Viaggio

Trekking nel vulcano Kilimanjaro (Il miglior percorso)

Pin
Send
Share
Send
Send


Chi non conosce il Kilimanjaro o anche conosciuto come Uhuru Peak. Quella montagna con nevi perpetue nell'Africa centrale (non l'unica ...), diventata famosa grazie al film "Le nevi del Kilimangiaro“, Con Gregory Peck e Ava Gardner. È un sogno di montagna con i giorni contati, la cui neve sta scomparendo a passi da gigante. loro 5895m La rendono la montagna più alta dell'Africa e, a sua volta, il vulcano più alto. Facile da scalare, ci sono molti percorsi segnalati che aiutano a raggiungere la cima in 4 o 5 notti.


Kilimanjaro

Kilimanjaro trekking

La rotta Marangu

Abbiamo deciso di effettuare il trekking più famoso sul vulcano Kilimanjaro, il percorso Marangu, popolarmente noto come La rotta della Coca Cola. Ha un profilo inizialmente semplice, con tappe di 1000 metri di dislivello, che terminano con il più difficile a causa dell'altitudine. Nonostante il più scioccante di tutto ciò, è il rifugio di montagna che ci aspetta ad ogni estremità del palco. Un rifugio di montagna nel mezzo dell'Africa? Sì, il turismo è arrivato qui e ha calpestato. Inoltre, è un'importante fonte di reddito per il Governo della Tanzania, poiché è necessario pagare un importo approssimativo di 50$ un giorno, nei limiti del Parco Nazionale.

E attenzione, questa non è l'unica spesa che avremo, poiché è obbligatorio assumere i servizi di a guidacosì come a vettore per persona Tutto incluso nel pacchetto ... Senza contare il suggerimento "obbligatorio"Da pagare alla fine della nostra ascensione. Almeno, sono inclusi i costi del rifugio e della pensione completa, poiché non esiste altra opzione. Un fatto importante è che l'acqua non è inclusa, inoltre, acquista ciò che puoi caricare prima del trekking. Nei rifugi ha un prezzo dell'oro e questo prezzo aumenterà man mano che vincerai le tappe. Puoi prendere pillole d'acqua o usare il vecchio trucco della candeggina, ma tutto questo non sarà più utile nel tempo, poiché da 4000m non c'è acqua da nessuna parte. Benvenuti nel deserto alpino.

A proposito, per quelle tasche strette e non importa chattare nella lingua di Shakespeare Durante l'intero viaggio, ti consiglio vivamente di assumere questi servizi direttamente in Tanzania. Risparmierai circa il 25% del costo. E come ultimo punto, nel nostro caso abbiamo deciso di estendere il percorso di 1 giorno in più, al fine di acclimatarci nel miglior modo possibile.

Rotta verso il Kilimangiaro

Fase per fase

Per entrare nei dettagli dell'ascensione, la guida è venuta a prenderci dalla città diMoshi, sebbene sia possibile anche la raccolta in Arusha, la città più densamente popolata con il maggior numero di alloggi. Da qui, e con le bottiglie d'acqua che potevamo caricare ..., ci avvicinammo in 4 × 4 fino all'ingresso del Parco nazionale del Kilimanjaro, dove la registrazione è obbligatoria e dove incontreremo i nostri facchini. Quando furono così caricati, ci esortarono a trasferire loro tutto il carico, il che non sembra del tutto corretto poiché erano troppo carichi (acqua, cibo, attrezzatura da montagna, ...), quindi decidemmo di consegnarli solo sacchi a pelo e materassini.

Se vedessi quante persone stavano andando ... La tua anima cadrebbe a terra. Senza alcun peso, come se stessero andando a fare una passeggiata. Sì a tutti!

Quindi, abbiamo iniziato il percorso dal 1970 al primo campo base, chiamato Capanna Mandara situato a 2700m di altitudine.


stadi

1 Primo stadio

In particolare questa tappa è stata la più gratificante, 8 chilometri di strada in cui stavamo vedendo durante la fase un gran numero di animali, come ginetas, scimmie, vari tipi di rettili, pollame, ..., ecc. Il motivo è molto semplice, la foresta tropicale inizia a 1000 m di altitudine, per finire a 3000 m.

Uno dei diversi tipi di scimmie nella zona.


Scimmia blu

Arrivati ​​al rifugio e visto che il palco era molto breve, decidemmo di camminare un paio d'ore in giro. È stata una buona idea dato che ci sono diversi crateri nella zona, oltre alla splendida vegetazione che ne copre alcuni.


Capanna Mandara

2 Secondo stadio

A partire da Capanna Mandara con direzione a Capanna Horombo, a circa 12 km di distanza, ci aspetta la prima tappa alpina. Praticamente dopo aver lasciato i diversi coni vulcanici che confinano con Mandara, la vegetazione scompare e inizia il paesaggio desertico. Il palcoscenico non è eccessivamente duro ed è il primo giorno che iniziamo a vedere persone che hanno terminato la salita o meno, a Kilimanjaro.


Cono vulcanico

Da qui inizieremo a vedere Kilimanjaro e Mawenzi (5100 m), compagni di viaggio fino alla fine del percorso.


Kilimanjaro

Arrivando al campo Horombo (3720m) vediamo alcune piante, estremamente piene di piombo poiché le loro dimensioni non sono normali. Queste dimensioni sono dovute all'altitudine e sono molto curiose, soprattutto quando la vegetazione è quasi inesistente.

Il campo era composto da diverse file di cabine, addestrate per 4 o 5 persone. Ovviamente non aspettatevi un hotel a 5 stelle, ma per proteggerci dalla notte fredda (diversi gradi sotto zero), possiamo dire che sono più che confortevoli. Un dettaglio di lusso è che al mattino i facchini hanno portato salviettine calde accanto a una ciotola d'acqua. Un dettaglio, a causa dell'assenza di acqua calda.


Capanna Horombo

In questo campo trascorriamo 2 notti, al fine di acclimatarci all'altitudine. Horombo Si trova a 3800 metri di altitudine.

3 Terzo stadio, acclimatazione

Questa fase non ha molta storia. Facciamo un percorso di acclimatazione fino a 4400m di circa 8 chilometri, senza raggiungere alcun luogo in particolare. Abbiamo trovato solo diversi punti, in cui i panorami del Kilimangiaro erano abbastanza buoni.


Kilimanjaro - 5 ° giorno

Ricordo che in questa fase c'era una coppia di Malaga che la prese come se fosse una gara ... L'hanno pagata bene, poiché pensavano che essere così morbida questa fase potesse andare molto veloce ... errore. I due furono completamente demoliti.


Serpas vicino a uno dei campi

4 Quarto stadio

Siamo partiti Capanna Horombo molto presto nella direzione di Kibo Hut situato a 10km. Sapevamo che era una tappa lenta, a causa dell'altitudine. Non potremmo accelerare, infatti se la guida vedesse che stavamo andando troppo in fretta, ci disse in swahili Pole Poleo ciò che è lo stesso, lentamente lentamente. Eravamo anche consapevoli che l'ultima notte avremmo dovuto dormire il più possibile, dato che nella capanna di Kibo avremmo dormito molto poco.


Kilimanjaro - 4 ° giorno

Kibo Hut si trova a 4700m, quasi la stessa altezza del Mont Blanc. È abbastanza arido e non c'è molto da vedere in giro. Qui l'acqua è molto costosa, quindi fai attenzione ...


Kibo Hut

Abbiamo iniziato a chiedere alle persone che scendevano dal Kilimangiaro. Sembra che il 50% delle persone che si arrampicano si fermi in un punto chiamato Gilman's Point, situato a 5600m. Qui cadono abbastanza persone, sia per l'altezza che per lo sforzo fatto. È curioso che tutti coloro che raggiungono quel punto ricevano il diploma come se fosse salito nel Kilimangiaro.

5 quinta tappa

Il giorno D è arrivato, 1200m di pendenza avanti e 6 km in cima al Kilimangiaro, il giorno in cui lo fai o no. Partiamo alle 2 del mattino, per salire sulla gonna del vulcano con le migliori condizioni. In questo momento, la sabbia che si accumula e rende difficile l'ascensione è praticamente congelata. Il tempo è bello e vediamo diversi gruppi di persone equipaggiate con i loro fronti.

In questa fase, dobbiamo essere calorosi. Le temperature sono inferiori allo zero per tutto il palco.

Abbiamo iniziato a salire molto lentamente, abbiamo superato facilmente i 5000m. Arrivati ​​a 5400m, abbiamo il primo imprevisto. Il mio compagno di viaggio, Javier Blanquer Soffre di mal di montagna e decide di fermarsi. Comincia a vomitare leggermente e le sue condizioni gli impediscono di continuare. Dopo 30 minuti, migliora, ma progredisce molto lentamente. Decido di andare avanti da solo e lui rimane con la guida nel caso in cui debba tornare al Rifugio.

Ci arrivo Il punto di Gilman e da qui c'è ancora abbastanza per la cima del Kilimangiaro. Continuo la strada e inizio leggermente all'alba. Improvvisamente il famoso Le nevi del Kilimangiaro Appaiono di fronte a me. Più che neve, possiamo chiamarli ghiaccio, poiché ciò che è visibile sono i ghiacciai in ritirata continua. Una delizia, ma allo stesso tempo mi rende triste.

Dai ghiacciai, puoi vedere la cima, una linea retta di 2 chilometri fino al mio obiettivo. Questo tratto è infinito, il desiderio di arrivare è impressionante. Non è ancora spuntato e io vado in vetta. La sensazione di sollievo e felicità non è intimidita dal lieve mal di testa. Non vedo Javier raggiungere la cima e decido di tornare al rifugio dopo 15 minuti.

Con il fastidioso mal di testa, decido di scendere rapidamente. Durante la discesa, non ho attraversato Javier mentre tracciavo un percorso diverso. Quello che se incontro è un turista giapponese Con forti sintomi di mal di montagna. La tua guida mi esorta a parlare con i giapponesi e costringerlo a scendere. Gli parlo e onestamente non penso che abbia prestato molta attenzione a me. Non arriverà mai.

Arrivo al rifugio e non c'è nessuno. Sono il primo, quindi prendo la cuccetta migliore e mi riposo. Diverse ore dopo arrivò Javier, che fece il vertice. Entrambi l'abbiamo capito !!!


Ghiacciai in vetta
Javier Blanquer al vertice

Da qui scendiamo direttamente sul campoCapanna Horombo, 2000m di pendenza verso il basso. Distrugge le ginocchia, poiché dalla cima ci sono 15 km.

6 Sesta e ultima tappa

Non c'è molto da rivedere, scendiamo verso l'ingresso del Parco Nazionale, situato a 20 km di distanza, per raccogliere i nostri diplomi. Volevamo già iniziare il nostro prossimo viaggio.Immersioni a Zanzibar.

Dati pratici

Quando andare

La domanda dovrebbe essere rifatta. È meglio dirlo Quando non andare. In questo caso è chiaro, di Da marzo a giugno, vista la grande quantità di piogge che precipitano nell'area del Parco Nazionale del Kilimanjaro.

Come arrivare

L'opzione più economica per arrivare a Kilimanjaro è prendere un volo per Nairobi (Kenya) e dall'aeroporto di noleggio a navetta in Tanzania. Questo Shuttle ti lascerà dentro Arusha o dintorni. Prova a noleggiare la navetta in anticipo per ogni evenienza. Il web con informazioni sul navetta è disponibilequi.

Dove assumere i servizi per scalare il Kilimangiaro?

Non consigliamo alcuna agenzia, ma consigliamo vivamente di assumerlo con agenzie locali una volta arrivati ​​ad Arusha o Moshi, è molto più economico.

Cosa indossare

Semplicemente abiti invernali, come in qualsiasi trekking a basse temperature. Tuttavia, il materiale neve / ghiaccio non è necessario, perché a malapena lo toccherà.

Le temperature possono raggiungere i 10/20 gradi sotto lo zero, quindi buone camicie e collant termici, giacche a vento, gore tex, scarponcini da trekking, guanti, cappello, occhiali da sole, crema solare, leggings in alcuni casi, ..., ecc. è il minimo che dovresti portare.

Qualcuno può caricare?

Chiunque abbia una condizione fisica accettabile può farlo. Se sei in grado di fare la strada per Santiago, sono sicuro che potresti scalare il Kilimangiaro. Tuttavia, il mal di montagna è una lotteria che influisce indipendentemente dalla forma fisica. Di solito colpisce più giovani che anziani.

Quanto costa scalare il Kilimangiaro?

I prezzi aumentano ogni anno da 700$ tale costo nel 2006 fino al 1.500$ che può costare nel 2019. Tieni presente che è dribbling e più persone sono più economiche.

Assicurazione di viaggio

Per un viaggio come questo è meglio stipulare un'assicurazione. IATI ci offre a offrire ai follower Viaggia gratis. Viaggiare non ti esonera dall'avere un incidente, dal bisogno di un medico, di un trasferimento o di cure mediche. Non giocarci, controlla l'assicurazione di viaggio facendo clic sul banner e avrai a 5% nella tua assicurazione per essere un lettore di Travel gratuitamente. Se vuoi maggiori informazioni clicca qui.

Video: VALLE DI LEDRO: escursione di 1 giorno al MONTE CORNO (Luglio 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send