Viaggio

Guadarrama. La integrale della Pedriza

Pin
Send
Share
Send
Send


La integrale della Pedriza. Il percorso che proponiamo oggi, attraversa uno dei luoghi più belli del Parco Nazionale di Guadarrama e in particolare ai margini della Pedriza. Questo percorso circolare ci porterà alla vetta più alta della zona, Torres de laPedriza (2029m), camminando attraverso le aree più accidentate e isolate della stessa Pedriza, una cosa strana quando siamo in un parco visitato da centinaia di migliaia di persone ogni anno.


Integrale La Pedriza

Integrale La Pedriza

Il percorso che descriveremo di seguito, insieme a un altro percorso circolare di cui discuteremo in un altro post (Collado del Cabrón e Los Llanitos), sono probabilmente i migliori percorsi che possiamo intraprendere in questo ambiente privilegiato, anche se se non si dispone di così a lungo, c'è un percorso leggermente più breve che attraversa una delle vette più mitiche di la Pedriza, il casco, un paradiso per gli scalatori di granito. Un altro posto molto visitato è il Stagno Verde, ideale per un bagno dopo una breve passeggiata.

Il percorso

Partiamo dal parcheggio di Canto di maiale Prima cosa al mattino. È conveniente arrivare presto perché i posti sono limitati e talvolta è pieno. Dopo aver esaminato tutto il materiale, possiamo andare sul percorso che conduce al Rifugio Giner de los Rios che lasceremo alla nostra destra e lo visiteremo solo al ritorno. L'intero percorso è molto simile fino a quando praticamente non raggiungiamo il Lookout Hill a 1882m. Questa prima parte della strada è molto ben segnalata quasi sempre all'ombra dei pini e con molta vegetazione intorno a noi, come felci. Come punto importante, la maggior parte del viaggio è a percorso breve striscia dipinta bianco e gialloun PR. Più tardi ci uniremo a un percorso a lunga distanza dipinto in rosso e biancoun GR.


La Pedriza - Inverno

Dopo l'arrivo a Lookout Hill รณ Prao Poyo, i pini spariranno e inizierà una lunga strada in cui l'ombra splenderà per la sua assenza. Qui avremo una deviazione che ci permetterà di andare verso Cancho Rye (1927m) e la Milanera (a sinistra) o verso la Torres de la Pedriza (a destra), strada che prenderemo.


Integrale La Pedriza

Da qui possiamo vedere il Corda lunga e il Teste di ferro maggiori e minori. Tuttavia, i picchi più vicini sono Peña Lindera (2107m) e il Alto de Matasanos (2058m), alcune cime leggermente più alte delle Torres de la Pedriza. L'Alto de Matasanos è lasciato alla nostra sinistra mentre saliamo fino alla gonna nord delle Torri, fino a raggiungere un punto che ci permetterà di arrampicarci sul Torre del sindaco di Pedriza. Questa sezione deve essere fatta con grande cautela dato che ci sono passaggi aerei a bassa difficoltà Ma ciò può portare a una caduta fatale. Inoltre, non è facile trovare il gradino per scalarlo, pensare che risale la sua parete nord e ci sono alcune pietre miliari fuori dal PR Lo segnalano.


Viste dal Collado de Miradero

Scendiamo dalla Torre Mayor e giriamo giù per la collina in direzione sud (a destra), dove il PR. A questo punto c'è una grande spianata completamente deserta e con i resti di qualche campeggio. La verità è che il sito si presta ad esso e in effetti molti film occidentali sono stati girati in questi luoghi.


Torres de la Pedriza

A questo stesso punto, iniziarono ad apparire diversi gruppi di capre, inizialmente molto timide, ma ce n'erano alcune che si erano già abituate alla presenza umana e si erano persino avvicinate. Temo che qualcuno abbia dato questo insetto da mangiare ... fatto male.


Capre nella Torres de la Pedriza

Iniziamo la discesa in direzione di il Ventanillo (1925 m), bypassando le rocce e altre rocce che alla fine non vuoi, si finisce per annoiarsi.


Integrale La Pedriza

Ci incontriamo di nuovo con un gruppo di capre che arrivano a Cerro de los Hoyos (1946) sebbene da questa collina siamo rimasti molto bassi. Come le capre precedenti, non erano molto timide, ma alla fine dopo aver posato per noi, hanno deciso di mettere i piedi in polvere.


Integrale La Pedriza

Passiamo attraverso diverse aree interessanti come Vicolo delle api e la Sfinge. In una di queste aree, dovrai attraversare un tunnel di roccia per aggirare la strada. Non ci sono complicazioni, ma è necessario prendere precauzioni.


Integrale La Pedriza

In fondo alla strada non accompagneranno ciò che sembrano essere Buitreras, a causa del colore bianco lasciato dalle feci degli avvoltoi sotto i loro nidi.


Le Buitreras

Arriviamo a Collado de la Ventana (1784m), che può essere una possibile evasione dal percorso nel caso in cui desideri terminarlo un po 'prima. Da un lato finiremmo nel Hoya de San Blas e dall'altro andremmo al riparo di Giner de los Rios. Dobbiamo proseguire dritti, guidando all'inizio sul lato sinistro della montagna, anche se all'inizio abbiamo la sensazione di essere troppo bassi, questo cambierà in seguito.


Integrale La Pedriza

Da qui continueremo sui cartelli bianchi e gialli, prima attraverso sentieri molto ben segnalati, fino a quando finalmente arriveremo in una zona molto a cascata chiamata Il labirinto. Il campeggio in questa zona deve essere fantastico.


Labyrinth - Integral de la Pedriza

Come suggerisce il nome, è un posto ideale per perdersi e disorientarsi, quindi ti consiglio di seguire costantemente le indicazioni perché poi per ritrovarle lo avrai molto complicato.


Integrale La Pedriza

Dopo il labirinto arriva una lunghissima discesa verso il Collado de la Dehesilla (1450m), che Manzanares el real comunica con il rifugio Pedriza, via GR-10 e la strada che collega la città con Soto del Real.


Integrale La Pedriza

Qui la strada è molto più piacevole, dato che molte più persone viaggiano. Lo prendiamo a destra e in soli 30 minuti arriverete al Rifugio e da qui arriveremo delicatamente al parcheggio.

Dati pratici

Quando andare

Il nostro momento preferito è la primavera. Quando ci sono ancora tracce di neve nelle sue aree molto alte e il resto dell'area è coperto di verde. Tuttavia, a causa della bassa altezza della maggior parte della Pedriza, di solito non è coperta di neve per periodi molto lunghi, quindi l'inverno è un buon momento per visitarla. L'estate è molto calda e la eviterei personalmente e l'autunno può essere un buon momento per prendere un itinerario.

Come arrivare

Puoi raggiungere la Pedriza da diversi punti, ma l'ingresso più famoso è attraverso Manzanares el Real, prendendo la deviazione che è fuori. Questo ci lascerà in diversi parcheggi, ma ciò che conta per noi oggi è il parcheggio di Canto di maiale. Tieni presente che alzarsi presto è saggio e questo ti dico perché in molte occasioni il parcheggio è chiuso al pubblico a causa del sovraffollamento.

Siamo anche entrati nella Pedriza dal Hoya de San Blas, molto meno affollato, per non dire "inesploso", solo che arrivare attraverso questo posto sarà un ulteriore sforzo. Un altro punto di partenza potrebbe essere la città di Manzanares el Real stessa.

Dove dormire

La pedriza ha un rifugio riparato, Giner de los Rios, a soli 30/45 minuti dal parcheggio del Canto Cochinos. Un'altra opzione che possiamo valutare è il campeggio che si trova alla periferia di Manzanares e proprio ai piedi della Pedriza, il Camping el Ortigal.

Assicurazione di viaggio

Per un viaggio come questo è meglio stipulare un'assicurazione. IATI ci offre a offrire ai follower Viaggia gratis. Viaggiare non ti esonera dall'avere un incidente, dal bisogno di un medico, di un trasferimento o di cure mediche. Non giocarci, controlla l'assicurazione di viaggio facendo clic sul banner e avrai un 5% nella tua assicurazione per essere un lettore di viaggi gratis. Se vuoi maggiori informazioni clicca qui.

Video: GREDOS INFINITE RUN 2014 (Agosto 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send