Viaggio

Rovine di Ercolano. Non solo il Vesuvio rase al suolo Pompei

Pin
Send
Share
Send
Send


Come dice il titolo dell'articolo, non solo ilVesuvio rasa al suolo con Pompei. Questo gigante italiano ha seppellito un lungo elenco di località tra cui quelle attuali Rovine di Ercolano. I suoi resti possono essere visitati nella città di Ercolano, poco più di 10 chilometri a sud della incompresa città di Napoli. Quest'ultimo ospita a museo archeologico con molti resti originali di Ercolano che per motivi di conservazione non possono essere all'aperto.


Rovine di Ercolano

Herculano. Non solo il Vesuvio rase al suolo Pompei

Una mattina quasi 2000 anni fa, il vulcano Vesuvio Cominciò a espellere una colonna di fumo come aveva fatto tante volte prima. Nessuno lo prese in considerazione, le persone che vivevano Herculano Sapevo che era un vulcano attivo ma non ne avevano mai avuto paura. La sua fiducia divenne un fatidico errore. il eruzione Era così forte che una massa di fango caldo attraversò la città in breve tempo, accompagnata da una pioggia di ceneri e gas che rese impossibile l'esistenza della vita. Coloro che hanno avuto la fortuna di sopravvivere all'inizio dell'eruzione hanno subito la caduta di rocce espulse ad alta velocità, lasciando quasi inesistente il numero di sopravvissuti.


Herculano

Questo tragico evento è riuscito a mantenere la città quasi intatta fino ad oggi, diventando il Rovine di Ercolano in uno dei 50 posti raccolti dal Unesco all'interno del Lista del patrimonio mondialeaccanto a Pompei e Torre dell'Annunziata.

La visita - Cosa vedere a Ercolano

Era ora di alzarsi presto e andare nella città di Ercolano, dove si trovano le rovine di Ercolano. Volevamo arrivare dai primi e saltare le numerose escursioni organizzate che arrivano 2 ore dopo la sua apertura. Indossavamo un entrata combinata (€ 20) che ci ha permesso di vedere altri punti che sono stati sepolti dal Vesuvio come Oplontis, Stabia e ovviamente Pompei.

La vicina Pompei potrebbe essere il monumento più visitato al mondo, in parte al crociere quel molo a Napoli, ma poiché questi si fermano a malapena per alcune ore, non hanno tempo di visitare le rovine di Ercolano. Anche così, ci sono tour Lo visitano e consigliamo vivamente di alzarsi presto.


Rovine di Ercolano - Sorgenti di acqua calda

Entrando nel complesso passiamo attraverso una piccola passerella che attraversa la fossa, senza scendere le scale e quindi entriamo nelle strade delle rovine di Herculano il più opposto possibile. Siamo uno di quelli che vedono le cose da dietro in avanti MrGreen.

Camminando dritto lungo la strada romana, vediamo immediatamente quanto tutto è stato preservato, anche se è vero che ci sono molti lavori di restauro. Prima andiamo attraverso un vecchio sorgenti termali romane, bagni che non possono mai mancare in nessuna città del tempo, per finire alla fine della strada nel Sacello degli Augustali, centro di culto della città.


Sacello degli Augustali

Dopo il tempio, superiamo il Salone Nero House e alcune curiose cantine dove probabilmente alloggiava mercato dalla città In questa parte è molto facile osservare la fogna della città, quell'invenzione che è rimasta quasi intatta fino ad oggi.


Rovine di Ercolano

Riconosco che da qui trasformiamo la visita nel caos. Abbiamo deciso di dimenticare mappa e perdersi in città basandoci sul camminare, entrare in tutte le case che potremmo e goderci tutto ciò che abbiamo trovato al nostro ritmo. In alcune parti abbiamo letto le recensioni e in altre abbiamo semplicemente scattato una foto e cercato nuove sorprese. Turismo senza stress.


Strade di Ercolano

Abbiamo iniziato a trovare case in un eccellente stato di conservazione e con molti dipinti all'aperto che conservavano ancora parte del loro splendore originale. Le case avevano cucine al suo ingresso, proprio accanto alle strade e che sicuramente erano dedicati alla vendita di un piatto di cibo.


Case di Ercolano

È così bello perdersi, che siamo persino tornati per le strade che avevamo già superato e abbiamo trovato cose che avevamo accidentalmente saltato, come stai sorgenti termali molto vicino all'aria aperta. I prossimi ovviamente erano quelli maschili.


Termas Femeninas - Rovine di Ercolano

Magari camminando con la mappa del Rovine di Ercolano in mano pensiamo che il centro della città (proprio nella strada che è in due sia), non ci siano troppe cose da vedere. Se lo pensiamo, cadremo in un grave errore, poiché da questa strada avremo un accesso più facile ai templi e alle case che dalle strade più importanti potremmo facilmente saltare.


Via centrale di Ercolano

Prendendo l'ultima strada arriveremo al Palestra e una serie di case e templi del meglio della città. Qui è possibile che tu stia già iniziando a incontrare persone perché questa strada comunica con l'ingresso principale della città attraverso un tunnel.


Casa della Gemma e il Rilievo di Telefo

Le case che delimitano quest'ultima parte sembravano persone con un alto potere d'acquisto. numeroso fresco popolarono le sue mura oltre che belle mosaici in alcune delle sue sale principali. Molti di loro rappresentavano scene che gli ex proprietari eseguivano, come la caccia e l'organizzazione di feste.


Case di Ercolano

Alla fine della strada e giù per le scale prima di attraversare un tunnel, è la statua più famosa della città, che rappresenta Marco Nonio Balbo, un antico politico romano residente in città, il cui originale è nelMuseo archeologico di Napoli.


Statua accanto a Marco Nonio Balbo - Rovine di Ercolano

Attaccato alle statue abbiamo il sorgenti termali sotterranee dalla città, che a priori sembrerà piccola all'ingresso, ma una volta dentro sono piuttosto grandi. Questi non sono molto ben illuminati, probabilmente per ritardare il loro invecchiamento.


Sorgenti termali sotterranee - Ercolano

Le sorgenti termali sono state l'ultima cosa che abbiamo visitato, prendendo il tunnel che ci porta all'uscita di Ercolano. 2h visita, che ci ha permesso di visitare ilVesuvio e incontrare due posti meravigliosi nello stesso giorno.

 

Maggiori informazioni sul paese transalpino nella nostra sezione d'Italia

Informazioni pratiche - Suggerimenti per visitare Ercolano

Quando andare

Italia È uno dei paesi con il maggior afflusso di turisti, quindi l'ideale è cercare di non visitarlo durante l'alta stagione (luglio e agosto) e Pasqua. Lo abbiamo visitato nel mese di gennaio, che nonostante fosse un mese piovoso, ci ha reso il tempo molto buono.

Il programma da novembre a marzo è dalle 08:30 alle 17:00, chiudendo il resto dei mesi alle 19:30. Idealmente, visitalo al mattino presto per evitare crociere e folle.

Come andare alle rovine di Ercolano / Ercolano?

È molto vicino alla città di Napoli, pochi chilometri a sud, prendendo l'autostrada verso Pompei e partire Ercolano. È anche possibile arrivare treno attraverso le linee Napoli-Sorrento, Napoli-Poggiomarino, Torre Napoli-Annunziata scendere alla stazione di Ercolano.


Quanto costa?

L'ingresso costa 11€, essendo libero per i minori di 18 anni. I costi combinati 20€ con diritto di accesso a 5 posti: Pompei, Ercolano, Boscoreale, Oplontis, Stabiae, con validità di 3 giorni.

 Escursioni nei dintorni di Napoli e Pompei

Luoghi consigliati in giro

  • Amalfi Lacosta.
  • Le incredibili rovine di Paestum a solo 1 ora.
  • Le rovine di Pompei.
  • Vulcano Vesuvio

Assicurazione di viaggio

Per un viaggio come questo è meglio stipulare un'assicurazione. IATI ci offre a offrire ai follower Viaggia gratis. Viaggiare non ti esonera dall'avere un incidente, dal bisogno di un medico, di un trasferimento o di cure mediche. Non giocarci, controlla l'assicurazione di viaggio facendo clic sul banner e avrai a 5% nella tua assicurazione per essere un lettore di Travel gratuitamente. Se vuoi maggiori informazioni clicca qui.

Video: GRANDES DESASTRES NATURALES DE LA HISTORIA,DOCUMENTAL DE HISTORIA,DOCUMENTAL,BEST DOCUMENTARIES (Luglio 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send