Viaggio

Picco del calzolaio. Attraversando la Sierra Paramera

il Picco del calzolaio è una montagna situata a sud della città diÁvila, in particolare nel Sierra de la Paramera. La sua immagine è strettamente legata alla città diÁvila, dato che accanto a picco del Serrota, sono le montagne innevate che si vedono dalla stessa città e che sono a breve distanza in auto.

Picco del calzolaio. Attraversando la Sierra Paramera

il picco del calzolaio di 2158m L'altitudine è una montagna il cui accesso avviene principalmente attraverso due percorsi diversi. il parete nord Di solito è fatto dalla città diSotalbo ed è il più semplice poiché la pendenza è molto bassa, circa 600m se lo facciamo dal parcheggio di un'area picnic che è dopo aver percorso diversi chilometri lungo una strada sterrata che lascia la città. il parete sud invece è molto più lungo e interessante ed è solo il percorso che descriveremo in questo articolo. È un bellissimo percorso circolare che attraversa le più belle brughiere del Sierra de la Paramera, compresa l'ascensione a picco del calzolaio e le opinioni verso il Rocca della Cabrera e la curiosa roccia chiamò il guardiano.

Purtroppo questa catena montuosa è una grande dimenticata per gli alpinisti di Madrid che scelgono quasi sempre di spostarsi nelle vicinanzeSierra de Gredos.

Ascensione al picco di Zapatero

Il percorso inizia nella città di Navandrinal (Ávila), a cui si accede dalla strada che unisce Navalmoral con Navarredondilla. Lasceremo l'auto più in alto possibile, a seconda della neve accumulata nella città, ma nelle giornate calde è possibile salire su una strada sterrata che si trova a nord della città e lasciare l'auto su un piccolo piazzale subito dopo aver lasciato questo . Da qui dovrai scendere una piccola pendenza fino a un ruscello. Lo attraversiamo e continueremo lungo il lato destro, scalando gradualmente la montagna.


Salita a Pico Zapatero - Ávila

Questa prima sezione del percorso è abbastanza lineare, bypassando il flusso in un paio di occasioni, ma la maggior parte della strada verrà eseguita sul lato destro. Non è comune trovare neve in questa parte, ma l'onda polare che ha attraversato Spagna mise il suo granello di sabbia anche nel Sierra de la Paramera.

Camminando attraverso questa brughiera dobbiamo tenere presente che il picco del calzolaio La legge è sempre nostra, anche se oggi non possiamo osservarla.


Rotta verso il picco Zapatero - Sierra Paramera

Dopo quasi 4 chilometri hanno viaggiato e intorno a un'altezza di 1790m svoltiamo a destra in direzione di Risco Rotondo. Il brutto tempo significava che non lo vedevamo nemmeno e dovevamo farne uso GPS in ogni momento, comunque esistano pietre miliari Questo segna la strada. A proposito se continuiamo dritti raggiungeremo il Alto de la Hoya. Lo commento perché è facile seguire le pietre miliari e non notare quando c'è un incrocio con un altro percorso.

Oggi, ovviamente, sappiamo che non vedremo Picco del calzolaio Non in vernice.


Salita a Pico Zapatero - Avila

Quando ha iniziato a salire, il ghiaccio si è depositato in gran parte, dovendo superarlo il più possibile. Fortunatamente c'erano luoghi in cui la neve era ancora praticamente polvere e l'uso di ramponi Non è stato obbligatorio.


Salita a Pico Zapatero - Avila

Inoltre, non sarebbero stati di più Racchette da neve, specialmente quando raggiungiamo la parete nord. Comunque ci siamo accordati segnare l'impronta e in questo modo non sprecare più energia.


Rotta verso il picco Zapatero - Sierra Paramera

Una volta arrivato ai piedi del Risco Rotondo, sopra 2000 metri, risaliremo la montagna in direzione est. Dato che non vedevamo nulla, ci perdemmo il meglio, dato che eravamo circondati da grandi blocchi di roccia, molti dei quali quasi insormontabili.


Salita a Pico Zapatero - Avila

Ai piedi del Shoemaker's Peak, dove i monumenti erano praticamente sepolti sotto la neve, dovevamo destreggiarci per trovare la strada giusta. Questa parte non è facile da seguire, soprattutto se i monumenti sono sepolti sotto la neve. Grazie a GPS Lo abbiamo trovato senza troppi problemi, ma sì, senza più di uno si potrebbe mettere in un bel casino e trovare un burrone alto costringendosi a invertire.

A pochi metri dalla cima c'è questo curioso passaggio che ti costringe a passare attraverso un ponte di roccia. Potresti provare ad andare in giro, ma c'era molto ghiaccio sull'altra gamba e non è stato il giorno migliore per esporti al pericolo.


Summit of the Zapatero Peak - Avila

E finalmente abbiamo raggiunto l'apice e ovviamente nessun altro è salito tutto il giorno. Certamente non era di gran lunga una buona opzione, ma dato che conoscevamo il terreno, alla fine fummo incoraggiati nonostante il freddo intenso.

Come tutti i giri, sono lunghi e talvolta noiosi. Dal Picco del calzolaio dobbiamo attraversare diversi chilometri lungo il parete nord fino al passaggio del Peña Cabrera e la curiosa roccia chiamò la guardia. Questa parete è dove si accumula più neve in tutta la montagna e talvolta l'uso delle racchette da neve è più che raccomandato, soprattutto perché sotto la neve si insediano molte persone odiose piornos.


The Guardian - Peña Cabrera

Come vedi il Peña Cabrera Era nascosto dietro le nuvole. Un peccato perché forse è la montagna più bella di tutte Sierra de la Paramera.

Successivamente da guardiano Scendiamo lungo il ruscello fino a quando non troviamo alcune pietre miliari che ci porteranno lungo la strada giusta.

È interessante notare che in questa parte della montagna si erano formati numerosi cascate di ghiaccio, molti di loro possono essere scalati.


Scendendo nel torrente del coltello - Pico Zapatero

Dovevo solo andare a Navandrinal. Lo abbiamo visto sullo sfondo tra diverse colline, ma era ancora lontano. La strada cominciò a scendere rapidamente, inclinandosi leggermente alla nostra destra. Infine attraverseremo un ruscello e diverse fattorie fino a raggiungere una strada sterrata che ci collegherà con la città. Un percorso bellissimo, soprattutto in inverno e in primavera.

Dati pratici sull'ascesa al picco di Zapatero

Quando andare al picco di Zapatero?

Il momento migliore è la primavera e l'autunno. L'estate è molto calda nella zona e in inverno anche se sembra una bugia, di solito non ha troppa neve, tranne in occasioni come questa.

Come raggiungere il picco Zapatero?

da Ávila prendiamo il porto di Navalmoral alla città con lo stesso nome. Prendiamo la deviazione per Navaredondilla e proprio quando arriviamo alla città di San Juan del Molinillo troveremo la deviazione per Navandrinal, dove lasceremo l'auto nella piazza del paese.

Da tenere in considerazione

  • Abbiamo diversi flussi lungo il percorso ma nessuna fonte notevole.
  • Non ci sono rifugi nella zona, solo piccoli bivacchi.
  • È facile perdersi nell'ultimo tratto del Calzolaio.

Una mappa è indispensabile, soprattutto ai piedi del Calzolaio.

Un altro percorso attraverso il calzolaio

Dalla città di SotalboSul lato nord, una strada sterrata sale fino a un'area picnic situata a 1700 metri di altezza. Proprio lì dobbiamo lasciare l'auto poiché c'è una barriera che ci impedirà di andare avanti. Prendiamo la stessa traccia a piedi e proseguiamo sul lato destro fino a trovare alcune pietre miliari che segnano il percorso verso il calzolaio. Personalmente questo percorso non ha molto fascino tranne che per le vedute della città di Ávila.

Percorsi nelle vicinanze

  • Salita a Serrota
  • Ascensione al gioiello

Video: Ferma Lacci scarpe per non legare il lacci delle scarpe Lace Anchors (Dicembre 2019).