Viaggio

Il monastero di Santo Tomás de Ávila

Pin
Send
Share
Send
Send


A sud della città diÁvila è il Monastero reale di Santo Tomás, un luogo che viene separato dal centro storico è dimenticato da molti turisti che si concentrano esclusivamente sulla zona murata. Anche all'interno di due musei interessanti ci aspettano con elementi portati dalle missioni deldomenicano, formando un museo di arte orientale e un altro di scienze naturali.


Il monastero reale di Santo Tomás

Il monastero reale di Santo Tomás

Un po 'di storia sul monastero di Santo Tomás

Durante la primavera dell'anno 1482, la costruzione di un Convento per i domenicani in onore di San Tommaso d'Aquino. Nel corso del tempo i problemi di budget hanno creato quelliRe cattolici entrerà in scena permettendo di terminarne la costruzione. In realtà era il luogo scelto per la tomba di suo figlio il principe giovanni e come residenza estiva dopo la costruzione dei chiostri del silenzio e dei re.


Il monastero reale di Santo Tomás

Il posto è gestito dagli instancabili viaggiatori domenicani, che hanno preso la loro fede in varie aree di Asia come la Cina, il Giappone e le Filippine, realizzò magnifici pezzi ornamentali e naturali spettacolari che consentirono la creazione di due musei, il cosiddetto Museo d'arte orientale, il più bello di tutti, e il Museo di scienze naturali Quello che davvero dovrebbe essere chiamato il Museo della tassidermia quando ospita una grande collezione di animali dissezionati come leoni, serpenti, orsi, coccodrilli, diverse razze di primati, bradipi, ..., ecc.

La nostra visita al Monastero di Santo Tomás

Sono le undici del mattino di ogni sabato dell'estate. Dopo essere arrivato alla porta del Monastero e aver pagato il 4€ input con audioguida incluso, abbiamo deciso di seguire la mappa che ci era stata consegnata all'ingresso. La prima cosa che ci ha colpito è stata la quasi totale assenza di turisti dal complesso. Questo era solo per noi e potevamo goderci senza spingere, le persone che passavano davanti alle telecamere e ovviamente senza alcun rumore, tranne per le centinaia di rondini che vagavano per i tre chiostri.


Il monastero reale di Santo Tomás - Chiostro del Noviziato

Il monastero è diviso in tre chiostri, una chiesa, due musei e le sale del vecchio palazzo. La prima cosa che visitammo non appena attraversammo l'ingresso fu la Chiostro del Noviziato o Infermieristica, il più antico, il più piccolo e il più austero di tutti. Da qui passiamo rapidamente a Chiostro del silenzio inferiore dove c'è un ingresso alla chiesa e alcune scale che salgono al coro, (parte superiore della Chiesa). C'è anche un sito molto speciale, il Confessionale di Santa Teresa dove aveva una delle sue visioni.


Il monastero reale di Santo Tomás - Chiostro del silenzio

Il Chiostro è circondato da numerosi corridoi con rosette collocate nel secolo precedente e dove vedremo figure curiose come un leone e una scimmia. Di ciò che rimane, nessun residuo apparente era il luogo in cui un tempo i religiosi venivano sepolti. Da qui saliamo alcune scale in direzione di coro avendo una bella vista sul chiostro dal secondo piano.


Il monastero reale di Santo Tomás

Una volta nel coro, i panorami che abbiamo della chiesa sono fantastici. Proprio da dove i re Isabel e Fernando hanno partecipato alla messa durante i mesi estivi. Oggi è utilizzato esclusivamente per i cori che incoraggiano i matrimoni.


Il monastero reale di Santo Tomás

Più tardi siamo tornati al secondo piano di Chiostro del silenzio prendere le stesse scale da cui eravamo saliti. A quel tempo trovammo i primi due turisti, di origine tedesca ma con uno spagnolo francamente buono. Erano accompagnati da uno dei religiosi del luogo che nel loro tempo libero guidava il lavoro in modo completamente gratuito.


Una volta scesi attraversammo le fresche sale finché non trovammo la porta che ci avrebbe portato all'ultimo dei chiostri, il Chiostro dei re, il più grande di tutti e nonostante il suo nome piuttosto austero a livello di ornamenti ma comunque molto bello.


Il monastero reale di Santo Tomás

Di tutti i chiostri è il più grande con differenza e dà accesso ad altri luoghi come il Aula Magna e i due musei. Di quest'ultimo, il Museo di Arte Orientale è il luogo dove sale reali, Solo i pavimenti e alcune delle loro vecchie strutture rimangono dal tempo dei re.


Il monastero reale di Santo Tomás - Chiostro dei re

Come culmine della visita passiamo attraverso i due piccoli musei. Quello di scienze naturali cos'altro potrebbe capitare di essere chiamato un museo del tassidermia, essendo pieno di animali imbalsamati provenienti da almeno cinque continenti e che molti di loro sono stati probabilmente catturati dalle armi dopo aver visto la ferita da arma da fuoco occasionale. D'altra parte, l'altro museo, molto più grande del precedente, conteneva numerosi pezzi di arte orientale principalmente dalla Cina e con numerose note descrittive che rendevano la visita molto piacevole.


Monastero di Santo Tomás - Musei

Con tutto ciò la nostra visita al Monastero fu terminata dal sepolcro del principe giovanni, i cui resti sono scomparsi, è stato chiuso dopo l'inizio della messa del giorno, ma almeno abbiamo potuto vedere dalla cima del coro.

Dati pratici Il monastero reale di Santo Tomás

Quanto costa visitare il Monastero di Santo Tomás?

La tua visita costa solo 4€ e include la visita ai due musei e l'audioguida. Gli orari di visita sono dalle 10:00 alle 14:30 e dalle 15:30 al 1930, senza ammettere i visitatori un'ora prima della chiusura.

Consigli per la visita

Evita soprattutto gli orari di massa tra le 12:00 (domenica) e le 13:00 il sabato. Durante quel periodo la visita alla chiesa non è consentita ad eccezione del coro.

Dove mangiare ad Ávila?

Abbiamo avuto l'opportunità di provare i seguenti ristoranti e ognuno di loro è un successo sicuro:

  • Il ranch : forse la migliore bistecca in città.
  • cumino : situato di fronte alla cattedrale e con buone carni.
  • Gli scalpellatori: l'unico che non è in città ma nella vicina città di Mingorría. La sua ribeye merita lo spostamento ...
  • Palazzo della Velada : spettacolare terrazza su un antico palazzo. Ideale per il caffè.
  • The Slab Mill : Situato sulla riva del fiume Adaja vicino a un vecchio mulino, che offre una magnifica vista sul muro.
  • Il magazzino : uno dei ristoranti più glamour della città.
  • The Cancels : ristorante e hotel con una bellissima terrazza situata all'interno del muro.

Dove dormire ad Ávila?

  • Hotel Valderrábanos: situato di fronte alla cattedrale.
  • Palacio de los Velada: ambientazione spettacolare nella casta storica.
  • Hotel Fontecruz Avila Golf: fuori città ma con servizi come un campo da golf e una piscina nelle vicinanze.
  • Hotel H2 Ávila: situato un po 'lontano dal centro storico ma con prezzi moderati e buoni servizi.

Altri luoghi poco frequentati da Ávila

  • Il monastero di Risco.
  • Cosa vedere ad Ávila.

Assicurazione di viaggio

Per un viaggio come questo è meglio stipulare un'assicurazione. IATI ci offre a offrire ai follower Viaggia gratis. Viaggiare non ti esonera dall'avere un incidente, dal bisogno di un medico, di un trasferimento o di cure mediche. Non giocarci, controlla l'assicurazione di viaggio facendo clic sul banner e avrai un 5% nella tua assicurazione per essere un lettore di viaggi gratis. Se vuoi maggiori informazioni clicca qui.

Pin
Send
Share
Send
Send