Viaggio

Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

Oggi vi proponiamo i migliori posti da vedere nel Serranía de Cuenca. Un luogo ancorato in un ambiente ideale da percorrere in vari modi come trekking, mountain bike e persino in auto o in moto. Centinaia di chilometri di strade sterrate e molte altre strade asfaltate aiutano a percorrere ogni angolo della montagna in un modo forse troppo semplice, rendendo la marcatura un viaggio colpito dall'acceleratore è diventata una delle attività più richieste per il turismo familiare. Stare in piedi in numerosi punti panoramici, angoli naturali, cascate, laghi e senza camminare per troppi metri ne fanno la destinazione preferita per le gite con i bambini.


Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

Progettare un itinerario per questo scopo è relativamente semplice, ma a volte scarichiamo così tante informazioni che è difficile scegliere i punti da visitare soprattutto se trascorriamo solo un fine settimana nella regione. Per dissipare questi dubbi, proponiamo un viaggio di tre giorni, o anche di 2 giorni, se vogliamo vedere le cose rapidamente e in esecuzione, garantendo che i punti che commenteremo di seguito siano i migliori dei Serranía de Cuenca. Tuttavia, non si può commentare tutto ed è certo che alcuni punti magnifici passano inosservati ancora di più quando si mettono in evidenza luoghi naturali e in nessun caso villaggi.

Sulla base del fatto che il Serranía de Cuenca Occupa gran parte del nord della Provincia e che non esiste una rete molto estesa di popolazioni, significa che potremmo scegliere qualsiasi punto della Sierra come "campo base" e da lì prendere tutte le nostre escursioni. Posizioni simili Tragacete, chiodo, Beteta o Villalba de la Sierra può essere una buona scelta, anche se ci sono città molto piccole il cui fascino rurale non è secondo a nessuno.

1 Nascita del fiume Cuervo

Molto vicino alla città di Vega di Codorno, troviamo un posto in cui si ottiene una grande sorpresa o una fatale delusione. Un luogo in cui un fiume nasce dopo aver lasciato una profonda caverna e viene lasciato cadere lungo il fianco della montagna formando una serie di cascate di sublime bellezza. Perché allora possiamo rimanere delusi? Essendo una nascita è essenziale visitarlo quando c'è più acqua e in questo caso è di solito in inverno e in primavera, stagioni in cui l'insieme delle cascate del fiume Cuervo acquisisce il suo massimo splendore. Durante l'estate e anche in autunno possiamo trovare la zona un po 'secca e talvolta senza acqua.


Nascita del fiume Cuervo

Clicca qui per maggiori informazioni susorgente del fiume Cuervo.

2 Gypsy Park El Hosquillo

Se stabiliamo la rotta per Tragacete Dalla sorgente del fiume Cuervo e una volta superato il bivio per Vega del Codorno prendiamo il prossimo, troveremo una strada stretta e tortuosa che ci porterebbe alla città di Las Majadas. Tuttavia, l'ideale è fermarsi lungo la strada per recarsi all'Hosquillo, un parco situato in un'area abbastanza inaccessibile della catena montuosa che ospita una buona serie di animali come lupi, orsi, cervi, ginet, ..., ecc. E che ti farà Buona giornata per famiglie con bambini.

3 vicoli di Las Majadas

Cuenca è ben nota per il Città Incantata, un luogo ideale per trovare formazioni rocciose in modi curiosi, ma ciò non significa che in altri luoghi della provincia non ci siano posti simili e uno di questi sono i vicoli di Las Majadas.


Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

Questo luogo degno di una fiaba si è formato grazie a rocce composte da carbonato di calcio e magnesio e quindi solubili in acqua, che alla fine si sono erose nel tempo. L'acqua sta scavando solchi formando i cosiddetti vicoli e nel corso degli anni separa alcune rocce da altre creando interessanti formazioni.

4 Punto di vista di zio Cogote

Siamo in una terra con numerosi punti panoramici e uno di questi è molto vicino ai vicoli di Las Majadas. Percorrendo semplicemente un paio di chilometri lungo una strada sterrata alquanto tortuosa. Con un nome unico come il Zio Cogote, come molti altri a Cuenca, siamo di fronte a un punto di vista situato a 1300 m di altezza e da dove abbiamo una vista meravigliosa.


Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

5 Finestra del diavolo

Ritornando lungo la strada percorsa fino alla città di Las Majadas, ci incamminiamo fino a Villalba de la Sierra lungo una strada ricca di curve ma allo stesso tempo abbastanza larga. Da lì prendiamo la strada per la Città Incantata ma pochi chilometri prima di raggiungere la deviazione e situato sulla nostra sinistra avremo questo capriccio geologico chiamato Ventano del Diablo.


Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

La cosa incredibile è che si è appeso alla falce del fiume Júcar formando una grande finestra naturale con due enormi fori scolpiti nella roccia.


Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

6 Città incantata

Questo ambiente naturale è privato ma vale la pena spendere qualche ora e osservare i capricci che la natura ha scolpito sulle rocce del luogo. Formazioni come il mare di pietra, il cane, il sigillo sono solo uno dei tanti esempi che possiamo trovare lì.

Anche dal parcheggio abbiamo accesso a punto di vista dell'unghia, dove puoi vedere questa città e il suo lago da una posizione privilegiata.

7 Laguna de Uña

Dalla città incantata torniamo sulla strada principale e proseguiamo verso chiodo finché non vedi una bellissima laguna. Questo è l'insegnamento della città ed è formato dall'accumulo di acqua dal fiume Júcar.


Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

Continuando la strada e pochi chilometri di distanza è il serbatoio di Toba di singolare bellezza.

8 Molino de la Chorrera (Nascita del fiume Júcar)

Seguendo la strada fino a raggiungere Tragacete Abbiamo preso la deviazione alla fonte del fiume Júcar, fermandoci al Molino de la Chorrera. Una delle cascate più belle della Serranía de Cuenca.


Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

Lasciamo l'auto a soli 500 metri da dove inizia il sentiero per la cascata fino a raggiungere il sentiero che ci porterà a questa meraviglia. Se abbiamo più tempo, il luogo è ideale per gli amanti della botanica poiché ciascuna delle specie che vivono in questa zona di Cuenca è documentata sulla strada.

Maggiori informazioni sul post su El Molino de la Chorrera.

9 La zattera di Valdemoro-Sierra

Da Tragacete torniamo in piedi e andiamo a sud verso Laguna del Marchese e più tardi a Valdemoro-Sierra dove ci sono queste interessanti cascate che sembrano uscire dal nulla e che successivamente cadono sul fiume Guadazón.


Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

10 lagune di Cañada del Hoyo

Molto vicino alla città di Cañada del Hoyo si trova questo luogo interessante e curioso dove migliaia di anni fa la terra affondò formando questo insieme di lagune (fino a 7) che assomigliano a coni vulcanici. Questi sono davvero Torcas che furono riempiti d'acqua grazie all'acqua sotterranea che circolava sotto di loro.


Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

Tre di essi sono collegati da un percorso segnalato e il resto delle lagune si trova in una tenuta privata il cui accesso è aperto al pubblico per una quantità ridotta di denaro.

Clicca qui per maggiori informazioni sulla Laguna di Cañada del Hoyo.

11 Torcas de los Palancares

Seguendo la strada verso Cuenca e dopo alcuni chilometri dopo aver lasciato le lagune, prendiamo una deviazione alla nostra destra fino a raggiungere il Torques de Palancares, un insieme di subsidenza creato dalla formazione di cavità sotterranee che alla fine cessarono di essere stabili, collassando in alto e con i corrispondenti grandi fori che possiamo vedere oggi. Sono di origine simile a lagune di Cañada del Hoyo ma in questo caso manca un lago dentro.


Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

Con tutto ciò abbiamo viaggiato molto nella Serranía de Cuenca e sicuramente vogliamo tornare e scoprire nuovi posti. Inoltre la città di Cuenca è a pochi chilometri, ideale per continuare a godere di questa splendida provincia.

Dati pratici Cosa vedere nella Serranía de Cuenca

Quando visitare la Serranía de Cuenca?

Se vogliamo solo visitare le cascate, le stagioni invernali e primaverili sono le migliori poiché per goderci le cascate dobbiamo visitarle quando c'è molta acqua, in cerca di una stagione delle piogge e dello scongelamento. Nei mesi asciutti, come la fine dell'estate e l'autunno, possiamo trovare qualcosa di secco alla nascita, ma possiamo fare il bagno in molti luoghi.

Dove dormire

La verità è che l'offerta di alloggi in questa zona di Cuenca non è così ampia come pensavamo e in alcuni casi un piccolo aumento dei prezzi. Abbiamo scelto di rimanere nella città di Tragacete, dove c'è anche una splendida cascata molto vicino al sorgente del fiume Júcar.

  • Hotel el Gamo a Tragacete: la nostra scelta e situato in un villaggio tranquillo, con connessione Wi-Fi gratuita e un'eccellente colazione.
  • Casa rurale El Escalerón: situata a Uña, uno dei borghi più belli della zona e con un grande lago.
  • Angolo El Jincón: situato anche a Uña e con camere molto confortevoli.
  • Ricettività turistica La Utrera: situata a Las Majadas, uno dei centri nevralgici delle montagne e dove si mangia la paura.