Viaggio

Senegal. Il decaf Niokolo Koba National Park

Pin
Send
Share
Send
Send


Il parco nazionale decaffeinato di Niokolo Koba. Niokolo Koba è forse il miglior parco nazionale del Senegal, dove le specie in via di estinzione come leopardi, elefanti (temo che non ne rimanga nessuno), leoni, ippopotami, elands giganti (la più grande antilope del mondo) e in particolare Warthogs (Pumba, inIl re leone), babbuini e scimmie, molte scimmie, in un'area che copre circa 900.000 ettari.


facocero

Parco nazionale di Niokolo Koba

E perché diciamo il parco nazionale decaffeinato di Niokolo Koba? Perché sebbene in Senegal provino a confrontare i safari in quest'area con quelli dell'Africa orientale come Kenia o Tanzania, questo non raggiunge la suola delle scarpe. Per chi conosce quella zona, Niokolo Koba potrebbe essere una delusione, per chi non lo fa, è una piacevole visita attraverso un paesaggio, in stagione delle piogge, verde, molto verde, come se fossi nel mezzo di una giungla, ma con animali "scarsi". Nella stagione delle piogge è molto difficile vedere gli animali, è vero che vedere babbuini, scimmie, facoceri e antilopi è abbastanza facile, ma vedere ghepardi o leoni è piuttosto una missione impossibile, ma se è possibile vederli nella stagione secca, ma non nella stagione secca stesse proporzioni dell'Africa orientale.


Niokolo Koba

Partimmo da Dakar alle 6 del mattino l'altro Senegal, Senegal di caos e traffico e forse prosperità. Prendiamo il strada N1 in direzione Kaolack - Tambacounda per dormire Wassadou, un bellissimo campo situato sulle rive del fiume Gambia. La N1 è asfaltata sull'intero percorso, ma fatta eccezione per la sezione di Fattick - Kaolac, la strada è in perfette condizioni, niente a che vedere con le strade dell'est di Casamance, curiosamente sono "asfaltate" ma per viaggiare è necessario un 4X4 ... Comunque A volte, vedere una strada sterrata è come vedere un'oasi nel deserto.


Kaolac

Lungo la strada è possibile vedere foreste di baobab, secondo me, uno degli alberi più belli del pianeta, oltre ad alcuni Ceiba e una moltitudine di villaggi, niente a che fare con Dakar.


Sulla strada per Tambacounda

in Tambacounda Acquistiamo rifornimenti e buttiamo benzina in una delle poche stazioni di rifornimento nell'area, poiché da questa polverosa città a sud, Kédougou, dove si trova il Paese Bassari, non c'è altro e quasi nessun commercio. A Tambacounda è possibile dormire, ci sono hotel sia all'ingresso di Kaolac che all'uscita verso sud, ma a meno che non arrivi di notte la migliore esperienza è dormire nel parco nazionale, perché l'atmosfera che circonda un parco come questo, con il Rumori della notte, non lo vivi tutti i giorni.

Dopo 9 ore di guida arriviamo a WassadouCi aspettavano due giorni con l'idea di vedere il parco nazionale e il fiume Gambia. Wassadou è una piccola città con un campo idilliaco all'esterno, con diverse cabine e l'occasionale famiglia di scimmie. Arrivare non è facile, poco prima di entrare in città, oltrepassato un ponte, abbiamo dovuto svoltare a destra su una strada sterrata per diversi chilometri. All'inizio pensavamo di esserci persi, non c'è quasi nessun segnale, e in questo abbiamo attraversato diverse famiglie di babbuini che ci hanno lasciato un po 'sconcertati, e anche se sembrava che stessimo andando alla fine del mondo, no, dopo 10 minuti siamo arrivati ​​al campo di Wassadou.


Wassadou

Per andare a Niokolo Koba devi essere accompagnato da una guida e, naturalmente, portare a 4×4. Se non ne porti una, puoi noleggiarla al campo di Wassadou per 116.000 XOF, una piccola rapina di € 176, per un gruppo di 4 persone. Se prendi una macchina, la cosa cambia, devi solo pagare i servizi di una guida.


Ingresso a Niokolo Koba

La mattina successiva partiamo alle 6 del mattino verso l'ingresso del parco, situato a 35 minuti da Wassadou. Come siamo andati gratuitamente, all'ingresso del parco ci è stato richiesto di assumere i servizi di una guida, un buon modo per scoprire luoghi nascosti nel parco.

© OpenStreetMap contributorsScarica

Essere agosto, il mese in cui molte guide turistiche dicono che il parco è chiuso, il parco ovviamente era aperto e anche vuoto, eravamo gli unici turisti in tutto il parco nazionale. A volte le guide di viaggio espandono il viaggiatore e in questo caso "hanno capito bene".


Tracce di Niokolo Koba

Entrando nel parco abbiamo potuto vedere che l'erba del parco era eccessivamente alta, cattive notizie per vedere gli animali. Appena entrati, potevamo vedere occasionalmente le antilopi e le dozzine di babbuini in una foresta di bambù, ma le pendici del parco erano così allagate, che ogni volta che dovevamo attraversare una pozzanghera, o meglio un lago, dovevamo fermarci e Controlla la profondità di esso. Eravamo nella stagione delle piogge, quindi non siamo rimasti sorpresi, un'altra avventura.


Niokolo Koba

Dopo 2 ore arriviamo a campo dei leoni, un campo sporco ma un posto ideale per campeggiare, soprattutto nella stagione secca. Qui quando piove piove davvero e le notti sono di solito abbastanza abbondanti, quindi dormire nella stagione delle piogge nel negozio può farti trascorrere una notte indimenticabile e una mattina con grandi occhiaie. Proprio lì, un branco di facoceri pascolava a suo agio, come se la nostra visita non fosse con loro.

Poco dopo, su una pista con buchi come se ci fosse stata una pioggia di meteoriti, abbiamo raggiunto Simenti, vicino al fiume Gambia. Certo, il posto sembrava desolato, e quello dovrebbe essere un hotel nella stagione secca, ma se lo è, temo che abbia bisogno di buona fattura, poiché le piogge e l'umidità lo hanno lasciato quasi in rovina. Lì stavamo parlando con alcuni tedeschi che erano su una spedizione scientifica e con una guardia del parco, a cui abbiamo chiesto se potevamo noleggiare un kayak per vedere ippopotami. Sia il prezzo, circa € 25, sia il flusso del fiume ci hanno fatto pensare che non fosse una buona idea, quindi abbiamo rinunciato. Vedere gli ippopotami nella stagione delle piogge è come giocare alla lotteria e avere un tocco grasso ...


Niokolo Koba

Pertanto, abbiamo deciso di fermarci sul nostro modo di mangiare. Abbiamo deciso di rifugiarci dal sole cocente sotto il tetto di una sala da pranzo all'aperto crollata in hotel. Mentre stavamo mangiando la nostra lussuosa prelibatezza, un classico panino al prosciutto serrano, alcune scimmie ci guardavano sperando di assaggiare qualcosa, che a parte qualche briciola lasciavano a desiderare. Poco dopo riprendiamo la marcia con la speranza di vederne alcuni leone, il re del parco.

In realtà, non abbiamo visto leoni o elefanti, e che quest'ultimo è fantastico :), ma temo che sia estinto nella regione. I leoni sono più facili da vedere, ma nella stagione secca. A volte, sulla strada che attraversa il parco per il Paese Bassari, è possibile vederli per prima cosa al mattino, anche se con l'avanzamento e il transito di camion che provengono dal Mali a medio termine può diventare qualcosa di insolito o semplicemente irrealizzabile, come è vedere elefanti a Niokolo Koba.

Nel pomeriggio, rientro al campo noleggiamo una barca Per vedere uccelli e ippopotami. Abbiamo visto a malapena il primo e non abbiamo nemmeno visto da vicino il secondo, ma almeno avevamo l'illusione di sapere che stavamo marciando in un posto enigmatico come il Paese Bassari, ma questo è un altro viaggio ed è un'altra storia. Javier Blanquer

Quando andare

Dipende In Senegal ci sono due stagioni, quella secca e quella piovosa. La stagione secca va da novembre a giugno ed è il momento migliore per vedere gli animali. Nella stagione delle piogge è più complicato e per esempio vedere ippopotami o leoni è una missione praticamente impossibile. D'altra parte, i paesaggi sono molto più colorati.

Di fronte alle strade, nella stagione delle piogge le strade del parco sono trappole di fango ma percorribili. Nella stagione secca, la vegetazione è molto più scarsa ma le strade sono facili da percorrere.

Come arrivare

Da Dakar sulla N1 ci vogliono circa 9 o 10 ore per l'ingresso al parco. Può essere raggiunto in taxi dalla savana, ma potrebbero essere necessarie circa 14 ore per fare lo stesso percorso.

Cosa indossare

Una buona macchina fotografica con un buon obiettivo ovviamente. Se vai al parco in gruppo, porta un cuscino, poiché i furgoni o le macchine che vanno al parco non sono affatto comodi. Il meglio, vai nella tua macchina.

Dove dormire

Esistono diverse opzioni. inTambacounda Ci sono diversi hotel ma questi si trovano a 2 ore dal parco. Per qualità / prezzo, dal momento che di solito sono piuttosto costosi, consigliamo l'hotel che si trova all'ingresso della città vicino alla stazione di benzina. Fuori dal parco è Wassadou, la nostra scelta, dal momento che si trova in un posto incredibile vicino al fiume Gambia. Per i più avventurosi c'è la possibilità di campeggiare nel parco internoMa attenzione, non c'è servizio lì, nemmeno acqua, quindi tutto ciò che serve è quello che devi portare dall'esterno.

Assicurazione di viaggio

Per un viaggio come questo è meglio stipulare un'assicurazione. IATI ci offre a offrire ai follower Viaggia gratis. Viaggiare non ti esonera dall'avere un incidente, dal bisogno di un medico, di un trasferimento o di cure mediche. Non giocarci, controlla l'assicurazione di viaggio facendo clic sul banner e avrai a 5% nella tua assicurazione per essere un lettore di viaggi gratis. Se vuoi maggiori informazioni clicca qui.

senegalglobalpass

Video: Destinazione Senegal paese della Teranga (Luglio 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send