Viaggio

Gredos. Traversata invernale nella laguna di La Nava

Pin
Send
Share
Send
Send


Continuiamo con le rotte invernali, quelle con tanta neve che molti ci attirano. il Laguna Nava Si trova nella provincia di Avila, In Spagna, su un vecchio ghiacciaio, non lontano da una città interessante com'è Barca avila, con il suo vecchio ponte romanico, dicono, sul fiume Tormes.

Barca avila È una di quelle città che ti offre una moltitudine di cose da vedere, dalle sue mura, la casa dell'orologio, l'Eremo di Cristo Santo di Caño, il suo castello e, naturalmente, il vecchio ponte, nonché ottimi ristoranti per assaggiare i classici giudizi di la zona, ideale per guadagnare forza per andare nella laguna di Nava.


Punto di uscita

Gredos. Traversata invernale nella laguna di La Nava

Partiamo un venerdì pomeriggio da Madrid in direzione Barca avila.Barco de Avila è di circa 2 ore e mezza da Madrid, dove gran parte del percorso è in autostrada. Una volta lì abbiamo trascorso la notte in un ostello all'ingresso della città, direi quasi il tipico bar della strada, ma essendo questo accanto a un poligono e già all'interno della città lo abbiamo quasi portato fuori da questa categoria di stabilimenti succulenti, ma andiamo, per valore, eccellente dal mio punto di vista.

Già il giorno dopo ci siamo diretti Ship's Nava sulla PR AV-39, una città affascinante ed è qui che la maggior parte degli incroci si dirige verso la laguna di Nava. C'è un parcheggio per lasciare l'auto, ma se hai 4 × 4 o non hai molto amore per la tua auto puoi risparmiare circa 2 km di camminata poiché puoi lasciare l'auto vicino al fiume, vicino al ponte e al punto di partenza della nostra traccia.


Alla Nava

Una volta "armati" lasciamo il piccolo ponte dietro ed entriamo nel gola di Galín Gómez, con poca neve all'inizio e attraverso una strada sterrata utilizzata dagli agricoltori / allevatori della zona. Quando la pista finisce, quando passa attraverso una recinzione, la gola inizia a chiudersi gradualmente e in inverno è dove c'è davvero molta neve.


Entrando in gola
Capre nella Nava

Poco dopo aver raggiunto il Rifugio Navacasera, un posto perfetto nel caso in cui le cose diventassero brutte e dovessi ripararti dalle intemperie. È vero che questo rifugio non è lontano dalla macchina, ma se il tempo va contro di esso, non fa male. È anche un posto perfetto per passare la notte.

Mentre avanzi lungo il percorso, prima c'è una grande spianata e poi cammini lungo il lato di un fossato, la gola si restringe fino a quando tutta l'acqua che scende dalle montagne ti offre la prima sfida. Attraversando i corsi d'acqua, direi i fiumi in inverno, senza cadere da loro per scivolare sul ghiaccio.


Effettuare manovre circensi per attraversare corsi d'acqua

Questa è una delle parti più complesse della traversata invernale, soprattutto a causa della neve e del ghiaccio accumulati nelle rocce. Un'altra opzione è quella di toglierti le scarpe, ma chissà se in seguito non risponderai ai tuoi piedi. Non vorrei giocare a questo punto, ci sono ancora pochi chilometri per raggiungere la laguna.


Vorrebbe fare un bagno ...
cascate

Dopo aver attraversato gli specchi d'acqua, e parlo al plurale, perché è necessario attraversare due o tre volte, il percorso "estivo" viene ripreso, coperto dalla neve e senza vedere impronte di altri camminatori. Qui è dove dai il benvenuto ai diversi specchi d'acqua che si uniscono più in alto nella forma di cascate e cascate, spettacolare sia in estate che in inverno.


A volte le cose si fanno brutte ...

Come una storia in gran parte del tour attraverso il fiume, siamo stati accompagnati da una famiglia di amici capre, che invece di lanciare la montagna come si suol dire, poco dopo erano diretti verso dove avevamo l'auto, preambolo di una grande tempesta, il richiamociclogenesi esplosiva, quali piccoli nomi hanno messo oggi, per dire che sarà un raffreddore che si stacca.


Il cattivo tempo si insegue e con la neve per le ginocchia
Giù per la gola

A metà strada trovi un piccolo altare con una vergine, qualcosa di curioso da vedere in una fredda giornata invernale. In questa parte del percorso si cammina sul lato sinistro del fiume, lasciando un precipizio sulla destra con il quale dobbiamo stare molto attenti a seconda del ghiaccio sulla strada. Poco dopo, appare un'altra spianata dove puoi vedere un torrente tortuoso e Nava del Barco sullo sfondo, verde in questo momento, ma di solito nevicava in inverno.


Nel flusso tortuoso a -3ºc. Ciò che rende un buon abbigliamento termico ...
Laguna de la Nava, in direzione di una nuotata 🙂

Una volta raggiunta la laguna, l'abbiamo trovata congelata e con un vento uragano. La laguna è sorvegliata dal Barriera Canchalón e il Barrerón del Campanar, dando accesso a vertici come il Covacha o ilCorral del Diablo, ma quando il tempo diventa così brutto, felice ciclogenesi, è tempo di girarsi per una zuppa calda a casa e godersi le foto scattate durante il percorso.

Dati pratici

Come arrivare

Da Avila prendendo il N110, tutta verità, potendo arrivare in un'ora.

Cosa indossare

In un percorso invernale come questo non puoi perdere materiale come:

  • Ramponi.
  • Stivali invernali
  • Vestiti invernali
  • Ghette.
  • Piccozza da ghiaccio
  • Cappellino e due paia di guanti.
  • Occhiali da sole.
  • Un panino con salsiccia o prosciutto.

Dove dormire

All'ingresso della città proveniente da Avila, è probabilmente uno degli ostelli più economici di Barca avila, La Pineda, con camere confortevoli per circa € 40.

Video: Gredos Invernal 2019 - 4K (Luglio 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send