Viaggio

Ascensione al Cancho da Navalguijo (El Gredos più inospitale)

Pin
Send
Share
Send
Send


il ascensione al Cancho È uno dei percorsi più inospitali di tutti i Gredos. Una montagna abbastanza lontana dall'uomo e dove trovare un escursionista non è sempre facile. È senza dubbio la parte della Sierra de Gredos dove godremo maggiormente della natura osservando le tipiche capre di montagna, i caprioli e le volpi più inafferrabili.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

Ascensione al Cancho da Navalguijo

24 ore prima di intraprendere la salita verso il Cancho, stavamo discutendo da dove avremmo iniziato, o da Navalguijo o da Navalonguilla. La giornata programmata ha annunciato la possibilità di neve dalle 12 del mattino, accompagnata da una buona tempesta che sarebbe arrivata 6 ore dopo, quindi fare il percorso nel minor tempo possibile è stato un fattore da considerare. Questo è stato il grilletto da scegliere Navalguijo come punto di partenza e salvaci alcuni chilometri. Per coincidenza questa città è la stessa che usiamo per eseguire il rotta per Covacha, la vetta più alta della zona occidentale di Gredos, quindi conoscevamo parte della strada.

Iniziamo dal 08:30 dopo un'abbondante colazione nel Barco de Ávila. Il sole stava cominciando a sorgere in alto nelle montagne e per ora il cielo era completamente chiaro. Prima avevamo circa 10 chilometri in cima e circa 1200 metri di dislivello, senza contare che avremmo dovuto tornare.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

L'inizio della strada inizia da una strada sterrata il cui accesso è esclusivo per i proprietari delle fattorie adiacenti. Tuttavia, è molto breve, circa un chilometro e mezzo, termina in un ruscello e dove uno stretto sentiero inizia solo per gli escursionisti. La verità, che questa parte del percorso per il Cancho è molto leggera, con difficilmente sale e dove avremo costantemente un fiume alla nostra sinistra che scende dal Gorge dei cavalieri.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

Questa parte dell'ascesa al Cancho mancava di neve ed era abbastanza allagata. Ciò è dovuto all'ultima grande nevicata nella zona e la cui neve era già stata rimossa dalle alte temperature. Sono almeno 5 chilometri senza penalità o gloria fino a quando non si raggiunge il Lanchón chorrera, una cascata che cade più di 100 metri di altezza e che usiamo come punto per attraversare il fiume alla nostra sinistra.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

Dopo aver superato quei cannoni per attraversarlo dal momento che era completamente fuggito, abbiamo iniziato a scalare la montagna sul lato sinistro che sale alla gola del Cancho, dove il famoso pulpito. Lo supereremmo a una certa distanza poiché la nostra missione era il Cancho.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

La neve cominciò ad apparire da 1500 metri e sebbene la temperatura fosse alta, era completamente gelata. Momento in cui abbiamo deciso di indossare i ramponi per evitare inutili cadute e accelerare il nostro passaggio. Inoltre, il luogo da cui li abbiamo collocati è diventato un eccellente punto di vista capre di montagna.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

Armati dei nostri ramponi, continuiamo il sentiero seguendo il pendio della montagna ed evitando di spostarci troppo a destra, dove c'è un ripido pendio. Questo è quando iniziamo a vedere Covacha, la laguna dei cavalieri e il Devil's Corral, un'altra montagna che ci porta grandi ricordi.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

In basso, nella gola del Cancho possiamo vedere i resti di una valanga di grandi proporzioni che si erano verificati dopo aver separato alcuni piatti di neve sulla montagna. Fu in quel momento che il cielo si chiuse per mezz'ora e cominciò a nevicare pesantemente. Quindi il sole si alzò di nuovo per rimanere con noi fino alla fine del percorso.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

Continuando il sentiero saliamo su una collina rocciosa a 2112 metri di altezza e scendiamo al oblò di Guarro. Non chiedermi perché si chiama così ...


Ascensione al Cancho da Navalguijo

Da lì abbiamo superato una buona lastra di ghiaccio la cui caduta potrebbe bloccarci contro il Pulpito diverse centinaia di metri più in basso. La nostra mente era su qualcos'altro, per iniziare la cresta che ci avrebbe portato in campo attraverso il Panino Grasso.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

La cresta doveva stare molto attenta a non avvicinarsi ai bordi.Castiglia alla nostra destra e alla sinistra dovevamo Estremadura a pochi passi. Dal basso abbiamo visto come sono crollati diversi piatti e molti altri prima o poi. La cosa brutta di non avvicinarsi non era riuscire a vedere i panorami meravigliosi, ma la vita vale molto di più.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

Questo è ciò che pensiamo quando raggiungiamo il piede del campo, a pochi metri dopo aver superato il Moncho grasso. Eravamo alti 2260 metri e la corte da sola non separava pochi metri. La cosa brutta che quei metri non erano facili. Una parete di neve quasi verticale e un ghiaccio eccessivamente fragile non lo hanno impedito e non portando la corda negli zaini abbiamo deciso di essere intelligenti e di non rischiare.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

Per noi l'obiettivo era già stato raggiunto e il Cancho conquistato. Pochi metri non sono niente, ma per la prossima volta attaccheremo sul lato destro della gola del Cancho, molto più accessibile.


Ascensione al Cancho da Navalguijo

Dati pratici

Quando fare il percorso per il Cancho?

È un percorso lungo e in inverno può diventare molto duro se la neve abbonda ed è morbida. 8 ore sono più o meno ciò che è necessario, ma è certamente quando la montagna è più bella. La primavera potrebbe essere un altro buon momento, ma in estate avere altri percorsi come ilCovachae la Laguna de los Caballeros molto vicino potrebbe rimanere sullo sfondo.

Come arrivare a Navalguijo?

Dobbiamo arrivare a Barco de Avila (Avila) e da lì andare a Navalonguilla dove parte la strada per Navalguijo.

Cosa indossare

Percorso effettuato in inverno e dove si consiglia di prendere quanto segue.

  • Pantaloni lunghi, camicia termica e pile (solo inverno).
  • Cap contro il sole di incenso.
  • Molta acqua. Non c'è acqua in parte della strada
  • Cappello e guanti invernali.
  • Buoni stivali semi rigidi o rigidi.
  • Zaino da almeno 30 litri
  • Bastoncini da trekking
  • Ramponi e Piolet.
  • Corda per risolvere il passaggio finale.
  • Mappa /GPS. Senza questo, non presentarti nemmeno. Come GPS, il nostro consiglio è Garmin GPS 64

Dove dormire

C'è un rifugio all'inizio della gola del Cancho.

Altre rotte attraverso questa zona di Gredos


Pin
Send
Share
Send
Send