Viaggio

Itinerario invernale a Cabezo. Un Gredos solo per te

Il percorso che commenteremo oggi è perfetto per chi ama godersi la montagna da solo. il itinerario invernale alCabezo, nella Sierra de Gredos, è poco frequentato e molte volte non troviamo nessun alpinista a miglia di distanza. Un percorso che abbiamo già commentato in estate e che ora abbiamo deciso di fare in inverno, mozzicone di neve e in modo circolare.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Il Cabezo è un picco di 2189 metri situato sul versante orientale del Sierra de Gredos. Sul lato ovest confina con il porto di Serranillos e a nord le città di Serranillos e Navarevisca. È proprio dalla città di Serranillos dove inizia e finisce il percorso, un percorso completamente circolare.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare) - Mappa

Si noti che il Cabezo di solito ha più neve rispetto a molte delle montagne circostanti, la più nota è la Picco del torozo, dall'altra parte del porto di Serranillos e appena sotto il famoso Pico Harbour.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Anche così, il circo di Gredos ospita sempre più neve, ma il Cabezo è un gioiello che non dovremmo ignorare. Molte volte dimenticato dalla sua lontananza e molti altri dalla sua ignoranza e poca fama.

Percorso circolare invernale per Cabezo

Il percorso inizia dalla città di serranillos (1200m), famoso per avere una fermata della metropolitana. Scherzi a parte, la verità è che ha i poster della Metro, ma poco più di questo.

Abbiamo lasciato l'auto all'inizio della città, proprio dove c'è un cartello sull'altro lato della strada e mostra una mappa della zona.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Da lì iniziamo a seguire una strada sterrata non contrassegnata, quindi ti consiglio di prendere una mappa o un GPS. Tieni presente che ci sono molte biforcazioni, ma come regola generale dobbiamo prendere le deviazioni nella direzione sud, sud-est.

L'inizio è boscoso, con scarsa visibilità di ciò che abbiamo di fronte a noi, ma una volta che ci avviciniamo a un ruscello che scende dallo stesso Cabezo, gli alberi scompaiono e la strada sarà più facile da seguire fino a quando non finisce improvvisamente davanti a un muro di pietra e una porta di metallo.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Seguiamo il muro attraverso un sentiero molto stretto, che in alcune situazioni è coperto di vegetazione, in particolare di "maledetti" piornos. Da quando li ho maledetti, è stato proprio quel momento in cui ha iniziato a nevicare (1450 m).


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Era anche il momento di calpestare la neve e iniziare a perdere visibilità. il Cabezo Non l'avevamo ancora visto, sapevamo che era dietro nuvole molto spesse e dovevamo usare la mappa per essere in grado di attaccarla il più accuratamente possibile, ignorando i canali più esposti.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Il vento stringeva forte. Va detto che solo 1 giorno fa, unotempesta profonda o "esplosivo" attraversò la penisola e stava ancora dando i suoi ultimi colpi. Ciò indicava un tempo molto mutevole, in cui le nuvole avrebbero attraversato i livelli più alti a una velocità vertiginosa, dando la possibilità di aprire una radura.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Ma le radure non sono apparse e al colpo di GPS Abbiamo deciso di prendere il sentiero più semplice senza cercare pendenze molto ripide, anche se è vero che abbiamo dovuto superare più di un gradino di circa 40 gradi.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare) - Cima del Cabezo

Dopo circa 3 ore abbiamo raggiunto la vetta. Eravamo a 2190 metri e c'erano venti uragani che non rendevano facile alzarsi in piedi. Siamo rimasti solo 5 minuti in cima e abbiamo deciso di seguire la corda fino all'altra cima della testa (testa di falchi) attraversando la collina del tamburo.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Prendiamo prima la cresta sul lato destro e poi sulla sinistra. Il vento intenso ha costantemente cambiato direzione e la polvere di neve ci è stata lanciata con aria di sfida. Non ci sentivamo a nostro agio ma non tutto sarebbe stato una brutta notizia, alcuni chiari iniziarono ad andarsene e ogni tanto potevamo prendere la macchina fotografica e scattare foto.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Ogni volta che il cielo era più chiaro e finalmente potevamo vedere l'intera cresta, dall'inizio alla fine. È un peccato non riuscire a vederlo mentre lo attraversiamo, ma come si può osservare in giorni limpidi è facile superarlo.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Raggiungiamo la seconda cima della testa o testa di falchi. Con il suo segno "verde" in estate che oggi è coperto di neve. È ora di scattare la foto ricordo, mentre i cristalli di ghiaccio mi colpiscono il viso con amore.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare) - Cabezo Gavilanes

E dato che siamo senza senso, facciamo la foto che non si dovrebbe mai fare quando ci sono forti raffiche di vento. Pertanto un buon colleja per il server.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Continuiamo il nostro ritorno a Serranillos e poiché il cielo è chiaro, ho cercato un punto di vista che conoscevo della città. Luogo in cui di solito appendi le tipiche bandiere del Tibet ma oggi il vento li ha portati via.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare) - Serranillos sullo sfondo

Iniziamo la discesa e una delle mie ramponi viene rilasciato, il che ci fa perdere molto tempo in diverse occasioni. Una delle mie cinture non finisce di afferrare bene, che dovrei controllare più tardi a casa.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

A causa di quel rampone ribelle, abbiamo dovuto fare più zig zag del solito, ma la sicurezza viene prima di tutto. Il terreno è completamente ghiacciato e qualsiasi scivolamento potrebbe essere fatale.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Con la mente pronta a finire il prima possibile, cerchiamo il punto in cui la neve è finita prima, proprio accanto a un ruscello. Questo era il nostro obiettivo poiché la strada non era stata segnata in nessun momento. Ogni pietra miliare è coperta di neve.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Una volta che la neve era rimasta indietro, la strada era semplice e ancora di più quando avevamo un'ottima visibilità. Forse l'unico punto da rivedere in questa parte è di dover saltare diversi muri di pietra e aggirare alcuni piornos. Poco più di questo.


Itinerario invernale a Cabezo, Gredos (circolare)

Dati pratici Itinerario invernale di Cabezo

Quando andare

In qualsiasi momento dell'anno è bello scalare il Cabezo. In inverno di solito è nevoso, ma il suo orientamento è così soleggiato e praticamente senza montagne che la fanno ombra che fa rimanere la neve per un breve periodo.

Come arrivare

Da Ávila prendiamo la strada che sale al porto di Navalmoral e una volta attraversati andiamo nella città di Burgohondo. È qui che dobbiamo fare una deviazione per Serranillos / Navarrevisca. Arrivato aserranillos Abbiamo lasciato la macchina poco prima di salire sull'omonimo porto.

Tieni presente che il percorso non è segnalato.

Cosa indossare

C'è solo acqua all'inizio della strada e in alcune parti della salita verso la grande pianura. Dato che siamo molto esposti al sole, consiglio di portare molta acqua e crema solare. Si consiglia inoltre una mappa o un GPS poiché non è facile seguire le tappe fondamentali.

Consigli stagionali

Inverno

  • Pantaloni lunghi, camicia termica e pile
  • Cappellino e guanti
  • Primaloft se hai freddo
  • Impermeabile o terzo strato per vento o pioggia
  • Stivali lunghi e calze invernali
  • Ramponi e piccozza.
  • Cappello duro
  • Corda per la sezione finale.
  • Torcia o frontale. il Il diamante nero per esempio è eccellente
  • Leggings se c'è neve. Ecco un buon esempio di Leggings e occhi con taglia.
  • Zaino da almeno 30 litri
  • Bastoncini da trekking
  • Mappa /GPS. Senza questo, non presentarti nemmeno. Come GPS, il nostro consiglio è Garmin GPS 64

In inverno i percorsi sono generalmente più lunghi se c'è neve, quindi calcola 1 o 2 ore in più.

Estate

In estate questo punto di montagna è generalmente molto secco e molto caldo. Per il materiale che consigliamo

  • Pantaloncini e maglietta manica corta. Si consiglia di indossare pantaloni lunghi.
  • Occhiali da sole e berretto polarizzati
  • Protezione solare
  • Acqua in quantità e cibo.

Ringraziamenti

Grazie a Juanan per essermi unito a me in questa giornata da cani.

 

Altri percorsi nella sezione escursionistica e Gredos


Video: AVE MARIA GUARANI (Dicembre 2019).