Viaggio

Visitare il cratere Viti in Islanda (vulcano Krafla)

Un'altra giornata di pioggia durante il nostro viaggio attraverso l'Islanda. Quale momento migliore per visitare il vulcano Krafla e in particolare il cratere Viti. Scherzi a parte, abbiamo dovuto seguire il nostro itinerario e il tempo non lo avrebbe cambiato. In totale, siamo in Islanda e tutto può succedere. Da un'eruzione vulcanica, un terremoto, un'intensa nevicata o una forte tempesta. Dobbiamo essere preparati a tutto, ma per fortuna nulla di tutto ciò è successo a noi quel giorno.


L'incredibile cratere Viti sul vulcano Krafla in Islanda

Il cratere Viti sul vulcano Krafla in Islanda

A metà giugno fa ancora freddo in Islanda. Abbiamo circa 8/10 gradi e nessun raggio luminoso attraversa le nuvole. Il sole è in vacanza per oggi e non avremo altra scelta che costruire la pazienza, oltre a indossare una giacca che respinge l'acqua e il vento. È da quei giorni che uno sarebbe rimasto a casa.


L'incredibile cratere Viti sul vulcano Krafla in Islanda

Arriviamo a cratere Viti, uno dei tanti che c'è nel gigantesco vulcano di Krafla di 10 chilometri di diametro. La notte era durilla quando dormivo nel retro della macchina, salvando cose e perché è un buon modo per passare la notte in luoghi inimmaginabili. Eravamo soli e dal parcheggio non riuscivamo ancora a vedere il cratere stesso. La verità che da lontano non ha la tipica forma di un cratere.


L'incredibile cratere Viti sul vulcano Krafla in Islanda

Prendiamo il sentiero che lascia il parcheggio e raggiungiamo rapidamente il punto di vista principale del cratere Viti. È immenso, difficilmente entra nel grandangolo. Una parte è ancora coperta di neve dell'ultimo inverno che contrasta con il blu intenso del lago che presiede il cratere.


L'incredibile cratere Viti sul vulcano Krafla in Islanda

Intorno al cratere c'è un percorso che delimita completamente il cratere Viti, anche se è così monotono che vale la pena percorrerne solo una parte. Il Viti è il re e non c'è nulla che lo faccia ombra intorno a lui. Ci sono solo alcuni dispositivi di raffreddamento su piccoli crateri e la fumarola occasionale espelle quel caratteristico odore prodotto dallo zolfo.

Questo è ciò che il cratere Viti e la verità è che è stata una brutta giornata che non abbiamo scelto di fare nessuno dei sentieri che si trovano nell'area del vulcano Krafla.

Dati pratici

Quando andare al cratere Viti?

Vedendo la neve che era ancora lì all'inizio dell'estate, l'inverno non è probabilmente un buon momento per visitare la zona. È probabile che la strada sia aperta solo a una centrale termoelettrica situata a pochi chilometri di distanza, ma il resto della strada potrebbe essere chiuso a causa dell'accumulo di neve. Pertanto primavera, estate e autunno sono i periodi migliori.

Come raggiungere il cratere Viti?

Una delle aree con fumarole, crateri, aree con fango bollente e geyser più famosi nel nord dell'Islanda èHverir. Da qui e in direzione est sulla tangenziale troverete un primo incrocio che gira a destra. Alla fine di questa strada c'è il cratere Viti.

Dove dormire vicino al cratere Viti?

Le opzioni vanno alla città di Reikhalíò ai piedi del lago Myvatn.

  • Eldá Guesthouse: una delle opzioni più "economiche" della zona. Niente di eccezionale.
  • Vogar Travel Service: accogliente hotel con area campeggio.
  • Reynihlid Hotel: una delle migliori opzioni della zona e con una bella vista sul lago.

Devo pagare per visitare il cratere Viti?

Niente. È completamente gratuito.

Assicurazione di viaggio

Per un viaggio come questo è meglio stipulare un'assicurazione. IATI ci offre a offrire ai follower Viaggia gratis. Viaggiare non ti esonera dall'avere un incidente, dal bisogno di un medico, di un trasferimento o di cure mediche. Non giocarci, controlla l'assicurazione di viaggio facendo clic sul banner e avrai a 5% nella tua assicurazione per essere un lettore di Travel gratuitamente. Se vuoi maggiori informazioni clicca qui.

Video: Il "Cratere Inferno" Viti Crater nella caldera del vulcano Krafla (Febbraio 2020).