Viaggio

Tanzania, Parco Nazionale del Serengeti (Esperienza)

Pin
Send
Share
Send
Send


Serengeti. Con un'area maggiore della comunità di Navarra in Spagna, 14.763 km², e adiacente al parco nazionale più famoso del Kenya, il Masai Mara, decine di migliaia di gnu attraversano le sue vaste pianure, il principale erbivoro e anche la dieta principale di molti predatori nel parco.

Il Serengeti è noto in tutto il mondo per la migrazione che forma enormi mandrie da luglio a ottobre a nord, dove si trova il suo vicino keniota Masai Mara. In modo da arrivare all'idea di quanto sia incredibile questo parco in termini di fauna selvatica, nella stagione riproduttiva per il mese di febbraio nascono più di 8.000 gnu al giorno, anche se più del 30% muore prima di 4 mesi.


Mappa della migrazione

Dal punto di vista geologico sono ikopjes, formazioni rocciose create prima dell'inizio della vita sulla terra e visibili in tutto il parco, qualcosa di curioso quando si trovano accanto a una delle più grandi concentrazioni di fauna selvatica sul pianeta.

Il Serengeti è anche famoso per il gran numero di documentari che sono stati girati qui a causa della sua diversità di fauna, fauna come leoni, ghepardi, zebre, elefanti, rinoceronti, gazzelle di Thomson e Grant, gnu, impala, giraffe e una moltitudine di animali Potrebbero facilmente riempire un libro. Se stessimo parlando di cifre, calcola che circa 200.000 zebre sono stimate come niente di meno.


Ingresso est

Raggiungere il Serengeti è relativamente facile. Oppure prendi un aereo da Arusha, l'opzione per chi non ha tempo o noleggi un'auto con autista ad Arusha e attraversi i principali parchi del nord. Venivamo dal cratere di Ngorongoro per realizzare il classico circuito del nord, tuttavia, non riserviamo nulla dalla Spagna e cerchiamo la vita lì. Prenotare dalla Spagna è l'opzione più costosa, a meno che tu non contatta un negozio e trovi un buon prezzo. Il rischio di farlo con un'agenzia è quello di condividere la tua auto, pagare di più e soprattutto, a turno, scattare foto. Consigliamo Safari su misura.


Un calcio 4 × 4 di turisti
Leon

Dopo aver visitato Ngorongoro e Manyara, arriviamo all'ingresso est del Parco Nazionale del Serengeti. I 350 km che ti separano da Arusha sono stati molto brevi per noi per fare questo percorso in 3 giorni visitando diversi parchi, quindi è chiaramente l'opzione più consigliata.


Serengueti

Ad agosto, che è stato il mese in cui abbiamo deciso di andare in Tanzania, il Serengeti è nel suo stagione seccae chiaramente quando arrivi il giallo è l'unico colore presente in tutto il parco. Una volta registrato e spiegato i consigli da seguire all'interno del parco, la prima cosa che vedi è il kopjes e intorno a loro leoni e persino dello struzzo. Differenziare uno struzzo maschio da una femmina è davvero facile, il maschio è un po 'più grande e ha piume nere, invece la femmina ha un piumaggio molto più leggero, tirando grigio chiaro.

Il parco è così immenso che quando vai a vedere così tanti animali, smetti di scattare foto e in quel modo compulsivo che hai con la tua fotocamera quando vedi così tanti animali che lo lasci da parte, avrai 1000 più opportunità di vedere un animale simile .

Abbiamo trascorso due notti all'interno del parco in una tenda semplice, l'opzione più economica e la più vicina alla natura. È vero che nulla è lussuoso, ed è anche vero che non puoi allontanarti troppo dalla macchina o dalle aree del campeggio. La prima notte abbiamo avuto la fortuna di dormire vicino a un ruscello dove vivevano diverse famiglie di cani della prateria e dove di solito vanno a bere vari mammiferi, tra cui un paio di leonesse. Che sensazione vedere l'ombra di un leone dalla tua tenda, sentire il tuo respiro e pensare, siamo arrivati ​​qui, ma no, passano completamente dalle tende e dagli umani e che nessuna tenda da campeggio vive in tutto il Serengeti tranne il nostro autista.


Campeggio nel Serengeti
GNU, il "re" del Serengeti

Il giorno successivo contempliamo uno degli spettacoli più classici in Africa, vediamo le sue albe. Non credo che ci sia un posto al mondo con questa luce.

Dopo aver gustato la nostra colazione fatta in casa a base di biscotti (meglio non fare alcune uova con pancetta per l'azienda che potrebbe venire) siamo andati a vedere le poche pozze d'acqua che rimangono nella stagione secca, vasche dove gli animali combattono per un piccolo spazio all'interno dell'acqua per rinfrescarsi o bere. In una di quelle piscine troviamo un enorme gruppo di ippopotami.


ippopotami
ippopotami

Abbiamo trascorso quasi la metà del pomeriggio a guardare mentre ringhiavano, combattevano, si arrampicavano uno sopra l'altro, sì, sempre dall'alto di una roccia, poiché l'ippopotamo sta considerando uno degli animali più pericolosi ... e che da bambino ingoiavano solo palle.

Il giorno dopo dovevamo vedere solo più animali e più paesaggi, sì, sembra ripetitivo ma puoi solo vederlo, ma è difficile stancarsi in un posto come questo guardando gli animali sopravvivere e tutti liberi. Già di ritorno verso Arusha era strano per noi aver visitato un posto come questo, dove gli animali erano a proprio agio e dove per il momento l'uomo non è un problema. Quando siamo arrivati ​​ad Arusha abbiamo salutato il nostro autista e abbiamo preso un autobus per Dar es Salaam, un viaggio del più divertente da quando ci hanno messo un film di fantascienza locale, non dico altro, fino a quando non raggiungiamo la capitale, ma questa è un'altra storia ed è un altro viaggio.

Dati pratici

Quando andare

La più alta concentrazione di animali si verifica da dicembre a giugno, tuttavia è affascinante poterlo visitare in qualsiasi momento dell'anno. Per vedere la famosa traversata dello GNU sul fiume Grumeti, questo è possibile tra i mesi di maggio e luglio.

Come arrivare

In aereo, da Arusha con Air Excel, per circa $ 150 a tratta. Su strada, l'opzione scelta dalla maggior parte dei viaggiatori se hai noleggiato un safari, sebbene siano a 350 km da Arusha. Su strada ti permette di visitare i principali parchi della Tanzania settentrionale come Ngorongoro e Lago Manyara.

Cosa indossare

In estate fa generalmente caldo, ma le notti sono piuttosto fresche. Di fronte ai safari, non dimenticare di portare una giacca, poiché al mattino può fare freddo, acqua e una fotocamera con teleobiettivo, se possibile.

Dove dormire

Ci sono molti posti dove dormire, ma ti consigliamo di dormire in mezzo al parco con la tenda. È una vera avventura.

Assicurazione di viaggio

Per un viaggio come questo è meglio stipulare un'assicurazione. IATI ci offre a offrire ai follower Viaggia gratis. Viaggiare non ti esonera dall'avere un incidente, dal bisogno di un medico, di un trasferimento o di cure mediche. Non giocarci, controlla l'assicurazione di viaggio facendo clic sul banner e avrai a 5% nella tua assicurazione per essere un lettore di viaggi gratis. Se vuoi maggiori informazioni clicca qui.

Video: Safari in Tanzania: Serengeti, Ngorongoro, Tarangire (Marzo 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send