Viaggio

Messico. La città Maya di Chichen Itza

Pin
Send
Share
Send
Send


Chichen Itza Chichen Itza è considerata una delle 7 meraviglie del mondo moderno. Situato sulla penisola dello Yucatan in Messico, è la destinazione preferita per il turismo di massa che arriva ogni anno nel Riviera Maya. Indipendentemente dal turismo che possiamo trovare, è una destinazione che dobbiamo conoscere poiché il suo stato di conservazione è imbattibile, oltre ad ospitare il Ball Game più grande in Mesoamerica. Come notato, Chichen Itza significa in maggio Chi (bocca), Che'en (pozzo), Itz (mago o stregone) A (acqua) o quello che è lo stesso, la bocca del pozzo dei maghi d'acqua.


Tempio di Kukulcan

La città Maya di Chichen Itza

ma Chichen Itza Non è stato sempre così splendido. La città fu abbandonata in un paio di occasioni. Primo per ilMaya e infine di tolteca a metà del XIII secolo. Fu riscoperto dagli spagnoli nel XVI secolo, che tentarono di costruire una città nello stesso insediamento. Non ebbero molto successo e dissero la città, chiamata "Ciudad Real“, Non è passato dall'essere un semplice accampamento militare.

Successivamente fu esplorato dai nordamericani a partire dall'anno 1840, tra cui lo fu Augusto Le Plongeon, autore della scoperta del famoso Chac Mool, ma non è fino al 1920 quando i primi scavi archeologici iniziarono ad essere eseguiti con l'obiettivo di ricostruire la città


Kukulcán di Teobert Maler (1892)

Partiamo molto presto dal nostro hotel situato vicino a Playa del Carmen in un'auto a noleggio. Volevamo arrivare all'orario di apertura del complesso, poiché se fossimo in ritardo per molto tempo eravamo in pericolo di incontrare la marea di autobus che arrivano dai complessi alberghieri delBanca Maya. Offrono tutti pacchetti per visitare Chichen Itza e alcuni cenote per un prezzo ragionevole e pochissimi turisti non lo assumono.

All'arrivo abbiamo trovato un parcheggio abbastanza ampio e fino a quel momento vuoto. La cosa divertente, anche se questo cambierà in seguito, non c'erano commerci di viaggio nell'area. Acquistiamo i biglietti e accediamo al complesso attraverso una strada sterrata che conduce direttamente al Tempio di Kukulcan. Questa pista di circa 300 m di lunghezza diventerà 1 ora in un grande centro commerciale, pieno di bancarelle dove possiamo comprare quasi tutti i souvenir senza dimenticare la corrispondente contrattazione. Vi consiglio di visitare più templi entro il Yucatán, questo è il posto giusto per effettuare i tuoi acquisti. Negli altri templi troveremo meno bancarelle con prezzi significativamente più costosi.

Arriviamo a Tempio di Kukulcán o El Castillo, il simbolo di ogni fotografia merita il suo sale a Chichen Itza. Orgoglioso di essere una delle 7 meraviglie del mondo moderno, sebbene discutibile, ha un incredibile stato di conservazione. Non molto tempo fa è stato permesso di salire sulla torre dalle sue scale, ma a causa dell'usura prodotta dai turisti, il loro accesso è stato proibito. Non ti preoccupare, in tutto lo Yucatan hai templi simili ai quali se riesci a scalare.

Curiosamente ogni anno durante solstizi e equinozi puoi osservare fenomeni di luce e ombra che simulano un grande serpente che scende le scale del tempio.


Tempio di Kukulcan

Per seguire un ordine corretto durante la nostra visita, ci siamo rivolti a Ball Game, uno dei più grandi del mondo Maya con 166 m di lunghezza e 68 m di larghezza. Questo non è l'unico gioco con la palla che puoi trovare, dato che ci sono fino a tredici giochi diversi nella zona. Riesco a malapena a capire come i Maya sono riusciti a far passare la palla attraverso un anello davvero alto.

In allegato al gioco della palla abbiamo il Tempio dei giaguari con alcuni bassorilievi da non perdere.


Ball Game

Attraversando di nuovo la grande spianata, passiamo accanto al Tempio di Venere termina con il Tempio dei guerrieri. Costruito intorno al 1200 d.C., è influenzato dall'architettura tolteca poiché la città era in suo possesso durante quel periodo. Come è successo in molti altri posti nel mondo, questo tempio è stato costruito su un altro, logicamente maya e dedicato a Dio disteso (Chac Mool).


Tempio dei guerrieri

Ai piedi del Tempio dei Guerrieri abbiamo una serie di colonne chiamate Tempio delle Mille Colonne, Costruito nella stessa era.


Tempio delle Mille Colonne

Ritorniamo al tempio di Kukulcan e seguiamo il percorso per il Ossario o tomba del grande sacerdote. Simile al Castello (Kukulcán) solo più piccolo, faceva parte di un complesso monumentale che comunicava con il Xtoloc Cenote, situato a 500 metri di distanza in direzione est.


ossario

Continuando il nostro percorso incontriamo il Osservatorio (El Caracol). Si chiama così perché all'interno sono state scoperte una serie di lacune visive orientate ai quattro punti cardinali. A prima vista è abbastanza demolito, soprattutto se paragonato al Osservatorio di Mayapan, ma grazie alle somiglianze con quest'ultimo sono state scoperte molte cose su di lui.


El Caracol (Osservatorio)

E finalmente raggiungiamo l'ultimo tempio della nostra visita, in particolare La chiesa. Chiamato per gli spagnoli perché ricordava loro i templi cristiani. È importante circondare completamente l'edificio poiché presenta decorazioni piuttosto interessanti.


La chiesa

È il nostro turno di tornare lungo il sentiero fatto, arrivando di nuovo nella piazza in cui si trova il tempio di Kukulcan. Dobbiamo solo dirgli addio e attraversarlo mercato di strada che è stato posto in un batter d'occhio all'ingresso del complesso. Più di 100 stand ci incoraggeranno ad acquistare un souvenir a prezzi davvero convenienti.

Dati pratici

Quando andare

Chichen Itza può essere goduto tutto l'anno, anche durante la stagione delle piogge e degli uragani, da giugno a inizio ottobre. In questo momento le piogge di solito compaiono nel pomeriggio sotto forma di docce, ma le mattine sono generalmente calme.

Come arrivare

Con auto a noleggio o autobus, attraverso il a doppia carreggiata che collega Cancun con Chichen Itza, realizzato espressamente per raggiungere il complesso. Tutti i complessi alberghieri offrono tour per visitare i Templi combinandoli con alcuni cenote.

Cosa indossare

Crema solare, un berretto per coprirci dal sole, un ombrello nel caso delle mosche, del cibo e dei soldi sciolti da spendere in strada.

Dove dormire

La maggior parte dei visitatori non si trova nelle vicinanze di Chichen Itza, ma sulla costa della Riviera Maya, tra Cancun e Playa del Carmen. Tuttavia, possiamo trovare alloggio per tutti i tipi di tasche nella città di Valladolid.

Assicurazione di viaggio

Per un viaggio come questo è meglio stipulare un'assicurazione. IATI ci offre a offrire ai follower Viaggia gratis. Viaggiare non ti esonera dall'avere un incidente, dal bisogno di un medico, di un trasferimento o di cure mediche. Non giocarci, controlla l'assicurazione di viaggio facendo clic sul banner e avrai a 5% nella tua assicurazione per essere un lettore di Travel gratuitamente. Se vuoi maggiori informazioni clicca qui.

Pin
Send
Share
Send
Send