Viaggio

Salita ad Anayet da Formigal (con la penna del mulo)

Pin
Send
Share
Send
Send


La salita verso Anayet, un classico di Formigal e dai Pirenei meridionali. È un bellissimo percorso desenderismo verso a vulcano nascosto tra le montagne. Sembra strano dire vulcano nei Pirenei, ma questo è solo il suo spettacolare camino. Un percorso comodo fino ai piedi dell'Anayet (all'altezza dei laghi), ma con qualche difficoltà in cima. Qualcosa di più di 1.000 metri di pendenza adatto solo agli amanti della montagna.

Salita ad Anayet con la penna del mulo

Partenza dal parcheggio Anayet

Accanto al Stazione formale Abbiamo il parcheggio Anayet (autostrada A-135) dove il punto di partenza è verso la salita dell'Anayet. È un parcheggio situato a pochi chilometri dal confine di portalet sul lato sinistro In inverno è possibile accedere agli impianti di risalita stessi o al parcheggio della stazione, ma in estate quando è chiuso è necessario lasciare l'auto proprio all'ingresso, quasi sulla strada stessa.


Mappa per Anayet (scarica la mappa a destra)
Punto di partenza per Anayet

Quando si esibisce in estatepartiamo da 1.600 m di altezza per uno strada asfaltata al parcheggio o alla caffetteria della stazione di Anayet. Sono 2 km, ma qualcosa che potresti risparmiare se questa sezione fosse aperta in estate.


Salendo attraverso la penna del mulo

Uscendo dal parcheggio e una volta alla stazione inizia la vera salita su un piccolo sentiero accanto a una flusso verso destra. Essere un percorso parziale circolare devi stare attento e non prendere la traccia a destra, se non a sinistra, lasciando sempre le tracce principali a destra, sull'altro lato del flusso.


Salita ad Anayet
Salita ad Anayet

in l'estate è di solito una strada trafficata quindi è conveniente alzarsi presto. È vero che in questa sezione difficilmente troviamo persone, ma nella discesa, che abbiamo visto dalla sezione di ritorno, sono stati visti gruppi molto grandi.

I ibon di Anayet

Dopo un po 'devi attraversare il torrente, sulla destra, per iniziare a scalare una serie di tratti con molta più pendenza fino al Ibones del Anayet. È un percorso insieme a un ruscello lungo aburrone stretto che impedisce di vedere il picco di Anayet.


Salita ad Anayet
Salita ad Anayet

Mentre salite il burrone vedrete che si sta gradualmente aprendo e inizia a vedere la stazione di Formigal e alcune delle alte vette dei Pirenei. Prima di raggiungere gli stambecchi c'è un'imponente rampa di circa 100 m di irregolarità, dislivelli che scompare dalla tua mente quando vedi l'imponente e colosso Pico del Anayet con gli steli che ha ai suoi piedi. noi bordiamo i laghi sulla destra, lasciando il percorso ufficiale, per godersi i riflessi del picco sulle sue acque, qualcosa di spettacolare.


Salita ad Anayet
Salita ad Anayet

È curioso, ma a questo punto potresti avere dei dubbi su come scalare l'Anayet, dal momento che è un colosso di roccia. È sempre di fronte, fino a quando non raggiungi un punto che lo circonda alla sua sinistra per intraprendere il alzarsi da dietro, quindi quei dubbi vengono risolti. Ma prima di ciò, circondando i laghi sulla destra, il sentiero si avvicina alla base dell'anayet dove è possibile vedere l'arrampicatore occasionale salire o persino la fauna locale, come una piccola popolazione di marmotte.


Midi d'ossau dagli ibon di Anayet
Salita ad Anayet

Nel nostro caso era quasi impossibile compiere una missione bella foto delle marmotte Se non porti un teleobiettivo, che in questo caso è stato lasciato nel mio bagagliaio a causa dell'eccesso di peso. Di solito succede, non l'hai mai più ne hai bisogno ...

Ascensione finale

A circa 200m ritorna a riprendere il percorso ufficiale appena prima di una delle rampe finali. Questa rampa, che sale a un passo di 2.400 m, lascia più di un escursionista esausto, poiché vedrai alla fine le persone riposate dalla fatica di questa sezione. Da qui se vai a sinistra vedrai il Vertice di Anayet con 2.559m e proprio la nostra destinazione, il Anayet sale con 2.579m. L'Anayet dista poco più di 150 metri dalla pista.


Salita ad Anayet da 2.400 m
L'ultima tappa della salita dell'Anayet

Salendo l'Anayet sulla destra puoi vedere la vera vertigine della cima. Lascia il sentiero stretto e sicuro per salire in cima accanto a un pericoloso burrone sulla sinistra. Sono appena 100m, ma ha una vista spettacolare della Francia e dei Pirenei. Una volta schivata questa sezione la terra diventa rossa accanto a una pedrera che apre la strada alla sezione più complessa del percorso.

In questa parte del percorso è conveniente andare con un elmetto (anche se quasi nessuno lo prende) frequenti cadute di roccia. Nel mio caso ho fatto un vero dribbling in modo che uno non mi colpisse in testa. Almeno qualcuno dall'alto ha avvertito che stava arrivando :). Anche in questa sezione è dove di solito si verificano incidenti, poiché esiste un area molto verticale che è disegnato con a lunga catena. Raccomandazione, prendi sempre con entrambe le mani, non giocarci. È meglio andare lenti, poiché non deve essere pericoloso, che andare veloci e cadere nel vuoto.


L'ultima tappa della salita dell'Anayet
L'ultima tappa della salita dell'Anayet

Dopo le catene c'è un lungo tubo dove si formano piccoli ingorghi se ci sono molte persone, ma una volta terminato questo punto, la cima è a pochi metri di distanza. Se hai paura del tubo, non arrampicarti, i panorami sono quasi gli stessi di quelli del passaggio di 2.400 m, ma ovviamente dire ed essere in cima come Anayet è qualcos'altro :).


Dalla cima di Anayet
Dalla cima di Anayet

Rientro per percorso circolare

Dobbiamoscendere dalla cima di Anayet con molta attenzione, poiché la pendenza non è solo molto pronunciata, in caso contrario molto scivoloso. Una volta che le catene sono state disegnate e la sezione è stata abbassata da 2.400 a 2.200 m, il percorso cambia e diventa una sezione abbastanza semplice. Dopo i due laghi troviamo sia muli che cavalli, quasi allo stato semi-selvaggio. Proprio mentre li passi, devi farlo giriamo a sinistra di non scendere lungo il tratto del burrone dove siamo saliti all'inizio.


Salita ad Anayet
Salita ad Anayet

Dal bivio è tutto giù per un sentiero segnato con linee bianche e blu fino alla stazione di Formigal. A metà del parcheggio, le piste da sci, una sezione che non ha più perdite. Il percorso vale la pena, no?

Dati pratici

Dove dormire

I campeggi della zona
  • Camping Escarra (a Escarrilla)
  • Campeggio Valle de Tena (Crta. Nacional 260, km 513.6, 22600, Huesca)

Alberghi nella zona

  • Appartamenti Solans a Bielsa
  • Appartamenti Mazcaray a Bielsa
  • Hotel la casueña, con una vista eccellente sulla valle di Tena

Consigli stagionali

Inverno

Ti consigliamo di portare il seguente materiale in inverno:

  • Pantaloni lunghi, camicia termica e pile
  • Cappellino e guanti
  • Primaloft
  • Impermeabile o terzo strato per vento o pioggia
  • Stivali lunghi e calze invernali
  • ramponi e piccozza da ghiaccio, la parte superiore è sempre gelata
  • Imbracatura, corda e attrezzatura per arrampicata invernale
  • Torcia o frontale. il Il diamante nero per esempio è eccellente
  • Ghette. Ecco un buon esempio di Leggings e occhi con taglia.
  • Zaino da almeno 35 litri
  • Bastoncini da trekking
  • Mappa /GPS. Senza questo, non presentarti nemmeno. Come GPS la nostra raccomandazione è la Garmin GPSMAP 64

In inverno i percorsi sono generalmente più lunghi se c'è neve, quindi calcola 1 o 2 ore in più.

Estate

In estate questo punto di montagna è generalmente molto secco e molto caldo. Non ci sono quasi ombre, poiché ad eccezione di qualche grande roccia ci sono poche aree ombreggiate. Per il materiale consigliamo:

  • Scarpe estive, se possibile corte
  • Pantaloncini e maglietta manica corta
  • Fodera polare, in alto può fare freddo
  • Impermeabile in caso di vento o pioggia
  • Occhiali da sole e berretto polarizzati
  • Protezione solare
  • Acqua in quantità e cibo, che saranno 6 ore di attraversamento

Video: IVECO Eurorider D43 (Luglio 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send