Viaggio

Guadarrama. Rotta verso Pinareja sulla parete nord

Pin
Send
Share
Send
Send


La Pinareja, vicino alla cima dell'orso, sono due delle salite del parete nord più bella della Sierra de Guadarrama. Con vista su Segovia e Castilla y León, nonché sul Parco Nazionale e sulla Peñalara, la vetta più alta di Guadarrama, rendono questo itinerario il luogo ideale per trascorrere una giornata in montagna.

La parete nord, quella con un minor numero di visitatori provenienti da tutta Guadarrama, nasconde sempre più percorsi selvaggi, con meno persone e, soprattutto, con una maggiore ricchezza animale. Sono ancora sentieri con meno presenza umana per essere molto più lontani da una città come Madrid, dove Navacerrada e conserve, per vicinanza, di solito non attirano gli escursionisti, se non le persone che vogliono trascorrere una giornata nella natura. Pertanto, la Pinareja, essendo situata nella parte settentrionale della sierra e il suo lato sud, un po 'più lontano dal cime più tradizionali Come 7 cime, Peñalara o Montón de Trigo lo rendono sempre meno frequentato, sì, dovrai superare i quasi 1.000 m di dislivello di questo luogo in montagna


Attraverso le foreste di Guadarrama verso Pinareja

Ascensione alla Pinareja

La salita verso Pinareja inizia dal bacino del Puente Alto, proprio alla fine della pista che parte dal deviazione della N-603. Dal piccolo parcheggio esce un sentiero che attraversa il piccolo ruscello che alimenta il serbatoio e quindi inizia la salita da una recinzione. Più avanti c'è un punto in cui dovrai aggirare la recinzione e iniziare la scalata di fondo.

La salita alla Pinareja avviene attraverso una pineta piena di ananas e l'occasionale prato verde con cavalli che vivono in semi-libertà. In inverno o in primavera questi prati sono generalmente coperti di neve o verde, molto verde, poiché li troviamo a causa dell'umidità e del flussi nella zona.


Verso la Pinareja

Dopo la pineta, raggiungi un punto in cui puoi vedere sia Madrid che Segovia, punto in cui devi girare a destra verso Cerro de la Muelacon 2.153m alto, in alto prima della Pinareja.

Come con Pinareja, la salita al Cerro de Muela è di circa a terreno granitico, dove curiosamente, nella Pinareja, c'era una cava vicino al 1800 m. Lì il pino selvatico, il classico della Sierra de Guadarrama, non è più visibile, lasciando il posto al sole e ad un paesaggio molto aspro.


La Pinareja

Superato il Cerro de la Muela, scende di nuovo per intraprendere la salita verso Pinareja, fino a raggiungere la 2.197m, dove risiede uno croce, qualcosa di insolito in questa catena montuosa, ma molto comune nei Pirenei.

Già in alto puoi vedere il Bear's Peak e l'intera cresta dove siamo, il famoso Donna morta, soprattutto perché la Pinareja è il punto più alto di questo cordiera.


La PInareja
La Pinareja

Nella parte superiore puoi vedere l'intera estensione di Valsaín Valley così come la città di Segovia, un luogo ideale per fare uno spuntino, riposare e iniziare la discesa al bacino del Puente Alto.

La discesa può essere fatta allo stesso modo, o pazza, come abbiamo fatto noi. Un po 'di sci di fondo fino a raggiungere una strada forestale che confinava con la pineta fino a raggiungere il serbatoio.

Dati pratici

Come arrivare

Da Segovia puoi arrivare dalla CL-603 in direzione Segovia e prima di raggiungere Torna indietro, E per ultimo Ortigosa del Monte, prendere l'uscita per il bacino del Puente Alto, fino a raggiungere un parcheggio alla fine.

Consigli stagionali

Inverno

Anche se abbiamo percorso l'itinerario in inverno, senza neve, non è normale. In inverno la neve si accampa liberamente sulla parete nord. Pertanto, sia per il freddo che per le condizioni di temperatura che puoi avere nella Pinareja ti consigliamo di prendere il seguente materiale:

  • Pantaloni lunghi, camicia termica e pile
  • Cappellino e guanti
  • Primaloft se hai freddo
  • Impermeabile o terzo strato per vento o pioggia
  • Stivali lunghi e calze invernali
  • Ramponi e piccozza, la parte superiore può essere congelata
  • Torcia o frontale. il Il diamante nero per esempio è eccellente
  • Leggings se c'è neve. Ecco un buon esempio di Leggings e occhi con taglia.
  • Zaino da almeno 30 litri
  • Bastoncini da trekking
  • Mappa /GPS. Senza questo, non presentarti nemmeno. Come GPS la nostra raccomandazione è la Garmin GPSMAP 64

In inverno i percorsi sono generalmente più lunghi se c'è neve, quindi calcola 1 o 2 ore in più.

Estate

In estate questo punto di montagna è generalmente molto secco e molto caldo. Non ci sono quasi ombre, poiché ad eccezione di qualche grande roccia ci sono poche aree ombreggiate. Per il materiale consigliamo:

  • Scarpe estive, se possibile corte
  • Pantaloncini e maglietta manica corta
  • Occhiali da sole e berretto polarizzati
  • Protezione solare
  • Acqua in quantità e cibo, che saranno 5 ore di attraversamento

Video: Madrid desde el aire: El viejo Guadarrama (Marzo 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send